LANDR BLOG

Creatore di BeatIspirazione

Musica lo-fi: le basi necessarie per iniziare a realizzarla

Musica lo-fi: le basi necessarie per iniziare a realizzarla

Lo-fi ha assunto molti significati diversi negli ultimi anni.
Il termine low-fidelity (bassa fedeltà) una volta si riferiva solo alla qualità di un segnale sonoro.

In particolare, un segnale sonoro di qualità inferiore, di solito prodotto dalle cassette.
Ma oggi, il suono granuloso e gorgogliante che proveniva da registrazioni su nastro e cassette ha dato vita ad un intero genere di musica e stile di produzione.
La musica lo-fi ora si riferisce ad un marchio interamente strumentale di produzione beat hip-hop basata su campioni e alla sua vasta comunità di beatmaker, ascoltatori e playlist in live streaming.
Il genere è esploso in popolarità negli ultimi anni, soprattutto su YouTube.
Potresti essere interessato a saperne di più su questo (relativamente) nuovo genere. Soprattutto se vuoi creare in prima persona tracce lo-fi.
In questo articolo scopriremo tutto quello che c’è da sapere sulla musica lo-fi: la teoria musicale dietro di essa, le diverse tecniche di produzione utilizzate per realizzarla e dove ottenere i migliori campioni lo-fi.

Cos’è la musica lo-fi?

La musica lo-fi si riferisce ad un genere di musica prodotto con segnali a bassa fedeltà, tipicamente ricreando il sibilo, il gorgoglio e la saturazione delle registrazioni effettuate con un registratore a nastro. La maggior parte della musica lo-fi attinge alle influenze hip-hop, specialmente ai suoi tipici pattern di batteria.

Lo-fi vs musica lo-fi

Mentre oggi il termine lo-fi si riferisce ad un intero genere di musica, lo-fi tradizionalmente si riferiva a segnali sonori a bassa fedeltà.
In passato, lo-fi non era un complimento. In effetti, la maggior parte dei produttori ha lavorato duramente per tenersi lontani dal suono “lo-fi”.
In passato, lo-fi non era un complimento. In effetti, la maggior parte dei produttori ha lavorato duramente per tenersi lontani dal suono “lo-fi”.
Ma ora, con le meraviglie delle DAW e della produzione di musica digitale, è tornata una certa nostalgia per il suono nostalgico delle registrazioni su cassetta.
Oggi i produttori lo-fi utilizzano una serie di moderne tecniche di produzione per trasformare i campioni in tracce hip-hop che evocano il suono che usciva dalle casse delle auto degli anni ’90.Torna all’inizio ⟰

Come fare musica lo-fi

Fare musica lo-fi è sorprendentemente semplice, anche se si basa su una teoria jazz leggermente più complicata.
Questo perché si basa su campioni. Non devi necessariamente sapere come suonare certi accordi al piano o alla chitarra quando puoi semplicemente campionarli.
I produttori lo-fi di oggi trasformano i campioni in tracce che evocano il suono che usciva dalle casse delle auto degli anni ’90.
Praticamente chiunque può iniziare a creare beat lo-fi con una manciata di campioni e una DAW gratuita come GarageBand.
Esploriamo alcuni degli elementi di base dietro la creazione di musica lo-fi.https://youtu.be/j919xCF5IZA

1. Campiona in una DAW

Il primo passo è imparare come campionare nella tua DAW.
Esistono alcune tecniche che puoi utilizzare e abbiamo già creato tantissimi contenuti sull’argomento.
Ma come inizio di base, ti consigliamo di trascinare i campioni direttamente nella timeline del tuo progetto DAW o di utilizzare un plugin di campionamento per tagliare il campione in base ai suoi transienti.
Naturalmente, avrai bisogno di alcuni buoni campioni con cui lavorare: diamo un’occhiata ai tipi di suoni che dovresti cercare.
 https://youtu.be/SEJ0WN043zY

2. Loop di batteria hip-hop

La musica lo-fi è basata sull’hip-hop. Nello specifico, prende quasi interamente in prestito lo stile di produzione di batteria che si trova nell’hip hop degli anni ’90 e dei primi 2000.
I loop hip-hop con rullanti che schioccano, casse tonanti e hi-hat sibilanti sono punti fermi in questo genere.
Ma rullanti, casse e charleston non sono tutto ciò su cui dovresti concentrarti.
C’è molta musica lo-fi che utilizza campioni di bottiglie, pentole e padelle, clic di bastoncini e bacchette e praticamente qualsiasi percussione strana che puoi immaginare.
C’è molta musica lo-fi che utilizza campioni di bottiglie, pentole e padelle, clic di bastoncini e bacchette e praticamente qualsiasi percussione strana che puoi immaginare.
Lo-fi si basa molto su campioni registrati di elementi percussivi suonati dal vivo, anche se alcuni sottogeneri come il lo-fi trap vanno più nella direzione campioni prodotti elettronicamente.
I campioni suonati “davvero” sono più popolari poiché sono facili da manipolare e scomporre in territorio lo-fi e perché le batterie registrate suonano semplicemente più jazzy.
A proposito di jazz…
 

Progressioni di accordi lo-fi

Le progressioni di accordi lo-fi sono per lo più solo progressioni di accordi jazz semplificate.
Sentirai molti produttori lo-fi applicare progressioni di accordi jazz di due-cinque-uno con voicing più complicato di settima e nona nelle loro tracce lo-fi.
Abbiamo già scritto di progressioni di accorditeoria musicale di base se vuoi scrivere una buona traccia lo-fi.
Anche se non suoni la chitarra o il piano, conoscere un po’ di teoria ti aiuterà a sapere cosa cercare quando cerchi i giusti campioni jazz.
 https://youtu.be/i5gLDeLZpJs

Strumenti lo-fi

Quando scrivi una traccia lo-fi, pensa come un compositore jazz.
La musica lo-fi si intreccia con il jazz in molti modi, ma con molti loop. Quindi vorrai familiarizzare con gli strumenti che la musica jazz usa comunemente.
La maggior parte del jazz si basa su una sezione ritmica composta da batteria, contrabbasso e piano. Quindi questi strumenti dovrebbero assolutamente far parte di qualsiasi arrangiamento lo-fi che crei.
Certo, puoi sempre aggiungere un po’ di pepe con il sassofono, la tromba, la chitarra, il trombone, l’arpa… ascolta un paio di dischi di jazz classico ti fa già un’idea…https://www.youtube.com/watch?v=IRIGikXo7UQTorna all’inizio ⟰
https://youtu.be/QVaO0Fz_FII

Tecniche di produzione lo-fi comuni

Ok, ora arriva la parte divertente.
Il lato produttivo della musica lo-fi è davvero ciò che definisce il genere.
Il lato produttivo della musica lo-fi è davvero ciò che definisce il genere.
Ecco quattro tecniche di produzione di base utilizzate da quasi tutti i produttori lo-fi.

Saturazione del nastro

La saturazione del nastro è l’effetto principale che conferisce al lo-fi le sue qualità sonore.
Davvero, dovresti leggere come funzionano le macchine a nastro.
Ma in breve, la saturazione del nastro è l’effetto principale per cui i registratori a nastro sono ancora ricercati ed amati. In breve, è ciò che accade quando aggiungi più audio ad un nastro.
La saturazione del nastro è causata dai limiti fisici del nastro a cassetta.
Quando si registra sempre più audio su nastro, si creano distorsioni sottili, compressione, fasatura, piccole irregolarità nel tono, attenuazione delle frequenze alte e basse e cambiamenti generali di risonanza attraverso lo spettro di frequenze per creare un effetto “saturo”.
In sostanza, la saturazione del nastro è quel suono dolce e caldo che associ al lo-fi.
Ovviamente, se non hai bisogno di un registratore per ottenere un effetto di saturazione del nastro, ci sono tonnellate di plugin di saturazione del nastro giro che emulano efficacemente l’effetto della registrazione su un nastro.https://youtu.be/xpOOb_m8VsU

Sidechaining

La prossima tecnica di produzione che senti sempre nella musica lo-fi è il sidechaining.
Puoi approfondire come funziona in uno dei nostri articoli precedenti, ma l’effetto sonoro è facile da spiegare.
La prossima volta che ascolterai una playlist lo-fi, presta attenzione ad un certo effetto ritmico pulsante che fa abbassare il volume dell’intera traccia ogni volta che viene suonata la grancassa: questo è sidechaining!
Essenzialmente questo è ciò che fa la compressione sidechain: ogni volta che si verifica un suono specifico (nella maggior parte dei casi una cassa), l’intera traccia si piega per rendere i colpi della cassa più udibili, aggiungendo un elemento ritmico alla traccia.
Puoi facilmente imparare come impostare un effetto sidechain nella tua DAW se segui questo tutorial.https://youtu.be/Mqt-mml9VSM

Swing della DAW

Come il jazz, la musica lo-fi non aderisce strettamente ad una comprensione del ritmo tipo-griglia come il rock o la musica elettronica.
Piuttosto, le note sono sciolte e leggermente fuori.
Nel jazz, questa sensazione ritmica è chiamata swing.
Ma la musica lo-fi non esattamente “swingata”. I ritmi vengono piuttosto suonati “nelle fessure”, il che significa che il ritmo non è perfettamente dritto ma non è nemmeno perfettamente storto.
Questo effetto è stato introdotto dalla leggenda del beatmaking J Dilla, che ha imparato a usare il suo MPC per posizionare le note fuori dalla griglia ritmica, creando una sensazione ritmica chiamata MPC Swing.
Successivamente, con l’introduzione delle DAW, il termine divenne noto come DAW swing.
Con qualsiasi DAW puoi aggiungere l’esatta sensazione di swing che desideri nella tua traccia, sia che tu voglia un classico pattern di swing MPC o il tuo pattern di swing personalizzato.
Aggiungere il DAW swing alla tua DAW è facile e ne abbiamo parlato in modo approfondito in altri articoli.https://youtu.be/C0eyDO30wXg

Effetti audio lo-fi e VST lo-fi

La musica lo-fi utilizza tantissimi effetti audio.
Sentirai phaser, riverbero, pitch bending, chorus, delay …la lista potrebbe continuare all’infinito.
Conoscere esattamente ciò che fa ogni effetto audio è un ottimo modo per aumentare di livello le tue capacità di produzione e migliorare le tue tracce.
Abbiamo scritto molto sui diversi modi di utilizzare gli effetti audio nella tua produzione musicale, quindi tuffati e giocherella con le manopole!
E, naturalmente, ci sono così tanti plugin VST lo-fi là fuori per aiutarti a perfezionare il tuo suono.

Come trovare campioni lo-fi

Fai attenzione quando cerchi campioni da usare nelle tue tracce lo-fi.
Il copyright del campionamento è ancora un’area oscura e le tue tracce potrebbero essere rimosse se non le hai dichiarate prima del rilascio.
La soluzione migliore è utilizzare mercati di campioni esenti da royalty come LANDR Samples, dove puoi utilizzare liberamente tutti i campioni scaricati.

Ci sono così tanti fantastici lo-fi sample packs da vagliare.
Ti garantisco che troverai qualcosa di straordinario, soprattutto perché questi pacchetti campione sono formattati per essere facili da organizzare, tritare & ricomporre nella tua DAW.
https://youtu.be/ZdcGbohvfSg
https://www.youtube.com/watch?v=aKJlp8syKmwTorna all’inizio ⟰

Musica lo-fi per sempre

Lo-fi è una tendenza musicale che non sta per scomparire.
Solo una semplice ricerca su YouTube ti fornirà così tante playlist in cui i tuoi brani potrebbero essere presenti.
C’è un’enorme comunità di amanti della musica lo-fi nel mondo, quindi se ti senti ispirato per scrivere alcune tracce lo-fi , sappi che c’è un sacco di supporto per te.
Buttati e crea un beat lo-fi per rilassarti!Torna all’inizio ⟰