LANDR BLOG

Mix e masteringRegistrazioneStrumenti musicali

Sidechain: 6 effetti utili da provare nel tuo mix

Sidechain: 6 effetti utili da provare nel tuo mix

Modellare il tuo suono con oltre 30 synth, strumenti, effetti e plugin di utilità da leader del settore come Arturia, UJAM e altri. Prova i plugin LANDR.

Sidechain è un termine che viene molto utilizzato nella produzione musicale moderna.

È una parte fondamentale di molte tecniche di produzione comuni nella musica elettronica.

Ma non è facile capire i sidechain se non li hai mai affrontati prima.

Anche se hai usato la tecnica del sidechain più comune, probabilmente stai solo grattando la superficie di ciò che è possibile fare con il sidechain.

In questo articolo, spiegherò tutto ciò che devi sapere sul sidechaining e sei modi per applicarlo.

Che cos’è un sidechain?

Un sidechain è un ulteriore input per un processore di effetti che non fa parte del suo percorso principale del segnale.

Gli ingressi sidechain si trovano in genere su processori dinamici come compressori e gate.

In questi effetti, il segnale sidechain viene inviato al circuito rivelatore del processore, separato dal segnale su cui agisce l’effetto.

In questa configurazione, il compressore “ascolta” il sidechain per decidere come influenzare il segnale principale.

Il vantaggio è che il sidechain può essere elaborato in modo diverso dal percorso del segnale principale per ottenere risultati migliori dall’effetto.

Potrebbe non sembrare molto chiaro, ma il modo migliore per capire i sidechain è attraverso esempi.

Ecco alcuni dei modi più comuni per utilizzare gli input sidechain:

1. Impedire ad un compressore di comprimere troppo i bassi

Gli ingressi sidechain sono stati sviluppati per risolvere un problema comune che gli ingegneri audio devono affrontare con i compressori.

Volume, dinamica ed l’intensità dei segnali audio sono tutti correlati. Inoltre, la tua percezione del suono ha una grande influenza.

Le curve di Fletcher-Munson spiegano perché un suono può sembrare più forte o più debole in base alla sua frequenza.

Ci sono problemi simili con i segnali audio. Un compressore si basa sull’intensità del segnale di ingresso per decidere quanto ridurre il livello di materiale al di sopra della soglia.

Un compressore si basa sull’intensità del segnale di ingresso per decidere quanto ridurre il livello di materiale al di sopra della soglia.

Le informazioni di fascia bassa in un suono sono spesso più forti di altre parti dello spettro delle frequenze, anche se non le percepisci in quel modo.

Ciò significa che impostare la soglia del compressore non è facile per strumenti con molti bassi.

Bassi eccessivi attivano la riduzione del guadagno del compressore prima che possa agire sul materiale più tranquillo più in alto.

La soluzione è utilizzare l’ingresso sidechain. In questo esempio, inseriresti un EQ nel sidechain del compressore e utilizzeresti un filtro passa-alto per ridurre la quantità di bassi che il compressore sta “ascoltando”.

Ora il compressore non agisce troppo sui bassi e lascia passare tutti quei bassi potenti!

2. Effetto ducking con il sidechain

Questo è il classico effetto kick and bass sidechain della musica elettronica nei primi anni del 2000.

È ancora un ingrediente chiave in molti sottogeneri di EDM.

Per ottenere l’effetto “ducking” o “pumping”, inserisci un compressore con ingresso sidechain sul tuo synth basso o pad.

Successivamente, invia il segnale dalla tua kick all’ingresso laterale (sidechain) del compressore.

Ora il compressore sta ascoltando il kick.
Ogni volta che colpisce, il compressore ridurrà il guadagno della traccia di basso o pad.

Se la soglia e il rapporto sono settati su impostazioni estreme, produce un effetto di pumping che migliora la sensazione ritmica di una traccia.

3. Attivare un gate con segnale diverso

I noise gate sono alcuni degli strumenti più utili per il mixaggio.

Ma proprio come i compressori, cambiare il segnale nel percorso del rivelatore con l’ingresso sidechain li rende ancora più utili.

Ecco un classico esempio.

Quando si utilizzano più microfoni per registrare una batteria, parte del suono proveniente dal kit verrà entrerà nei microfoni vicini a ciascun pezzo di batteria.

Va bene, fa parte del suono naturale della batteria registrata. Ma se il bleeding è troppo intenso, spesso è meglio ridurlo con un gate.

Sfortunatamente, è difficile impostare correttamente la soglia di un gate quando cioè che entra nei mic è forte quasi quanto la batteria.

Questo problema si verifica continuamente quando si registra una grancassa con un microfono interno ed esterno. Ne vale la pena poiché il microfono interno cattura l’intensità del pedale e il microfono esterno prende il suono naturale della testa del tamburo.

In questa configurazione il microfono esterno acquisirà più bleed e potrebbe non rispondere bene al gate.

Tuttavia, se si utilizza il microfono interno come ingresso laterale, il gate userà questo segnale più pulito per decidere quando far passare il materiale.

Ora sarà molto più semplice impostare la soglia per bloccare correttamente la fuoriuscita.

4. Il gate della trance

L’esempio sopra mostra perché gli input di sidechain sono stati originariamente aggiunti a gate ed espansori, ma esistono anche più effetti creativi.

Questo è un po’ l’opposto del trucco di ducking del sidechain.

Inserisci un gate con ingresso sidechain su un suono sostenuto come un pad synth ambientale. Quindi invia una traccia di percussioni all’ingresso sidechain del gate.

Un pattern di batteria o un campione in loop funziona perfettamente per questo.

Ora il gate si aprirà e si chiuderà in base al ritmo della traccia percussiva.

Questo effetto è stato un pilastro della musica trance negli anni ’90.

5. De-esser

Se hai seguito da vicino potresti aver indovinato quale trucco di sidechain ti mostrerò ora.

I De-esser sono un effetto importante in ogni buona catena vocale. Aiutano a ridurre l’effetto negativo del sibilo in una registrazione vocale.

La sibilanza indica le “S” aspre che a volte possono distrarre in alcuni cantanti e microfoni.

La sibilanza indica le “S” aspre che a volte possono distrarre in alcuni cantanti e microfoni.

Un de-esser è semplicemente un compressore con una coppia di filtri nel sidechain che limitano il suo effetto a una banda di frequenza stretta in cui normalmente si verifica la sibilante “S”.

Puoi utilizzare qualsiasi compressore come de-esser usando un filtro passa-alto e passa-basso nel sidechain per far funzionare il compressore solo sulla S.

Suggerimento: le esse distraggono soprattutto sulle medie e le alte, tra le 2,5 kHz e le 8 kHz. Prova a filtrare tutto al di fuori di una parte ristretta di questo intervallo per isolare il sibilo.

6. Espansione verso l’alto

Tornerò al materiale percussivo per questo esempio poiché funziona così bene con l’espansione.

Un expander è una forma meno aggressiva di noise gate. Puoi pensarlo un po’ come un compressore al contrario.

Con l’espansione verso l’alto, quando il livello del segnale supera la soglia, l’espansore aumenta il segnale invece di attenuarlo come un compressore.

Un modo fantastico di usare il sidechain di un expander sulle percussioni è ottenere un suono più incisivo dai microfoni della stanza.

I microfoni di sala aggiungono molto realismo ma a volte tolgono il senso di impatto dei microfoni vicini.

Per risolverlo, invia ogni microfono vicino ad un bus e usalo come ingresso laterale a un gate inserito nei microfoni della stanza.

Ora i canali del microfono della stanza avranno un leggero incremento ogni volta che il batterista colpisce un cassa, un rullante o un tom.

Personalizza la soglia, il rapporto e il tempo di attacco e di rilascio nell’effetto per enfatizzare bene i colpi.

La gang del sidechain

Sidechaining è uno strumento potente quando sai come usarlo.

È anche responsabile di uno dei suoni più essenziali nella moderna produzione di musica elettronica.

Ora che conosci questi cinque suggerimenti per il sidechain, torna alla tua DAW e inizia a comporre alcune dinamiche.

Modellare il tuo suono con oltre 30 synth, strumenti, effetti e plugin di utilità da leader del settore come Arturia, UJAM e altri. Prova i plugin LANDR.

Nicola Donà

Cantautore / Musicista / Produttore / Compositore / DJ. Nato e cresciuto in Italia. Risiede a New York. nicolaonda.com

@Nicola Donà

Non perdere mai un post dal blog LANDR

Ultimi post