LANDR BLOG

Teoria musicale

Imparando Le Progressioni Degli Accordi: Dove E Come Collocare Gli Accordi Durante La Composizione

Imparando Le Progressioni Degli Accordi: Dove E Come Collocare Gli Accordi Durante La Composizione

Costruisci una base migliore per la scrittura di pezzi con le progressioni di accordi.

Nulla è più importante per chi scrive musica di approfondire l’arte dello scrivere progressioni di accordi.

Abilità come costruire accordi e sapere come individuarli nella musica che ascolti sono importanti, ma non ha molto senso se poi non riesci a mettere l‘accordo giusto nel posto giusto nelle tue progressioni.

Se non sai proprio come fare per creare accordi, leggiti il tutorial sull’esecuzione di accordi prima di cominciare con le progressioni.

Con le illimitate possibilità offerte dagli accordi, può essere difficile iniziare oppure si tende a scrivere sempre le stesse noiose progressioni.

In questo articolo, imparerai quali sono le progressioni di accordi, come mantenerle fresche e come usarle nelle tue canzoni.

Cosa sono le progressioni di accordi?

Le progressioni di accordi sono serie di due o più accordi usati in un brano musicale. Gli accordi in una progressione sono rappresentati da numeri romani e sono determinati dalla chiave.

Dai Beach House a Beethoven, le progressioni di accordi determinano il modo in cui un pezzo musicale si svolge nel tempo.

Dai Beach House a Beethoven, le progressioni di accordi determinano il modo in cui un pezzo musicale si svolge nel tempo.

Inoltre svolgono un ruolo importante nella narrativa della tua canzone. Un certo accordo ad una certo punto in una progressione di accordi può cambiare drasticamente la narrativa della tua canzone da felice a triste oppure da oscura a leggera mediante una semplice scelta di accordi.

Un accordo maggiore, minore o diminuito non può raccontare molto da solo. Persino progressioni di accordi semplici e ripetitive hanno il potere di trasmettere una gamma complessa di emozioni e idee musicali.

Con una buona progressione di accordi come base, altri elementi della tua traccia come melodie portanti o linee di basso, diventano molto più facili da creare in base agli accordi che hai scelto e dove siedono.

Se ti stai chiedendo come scrivere una canzone e non sai da dove iniziare con il tuo arrangiamento, le progressioni di accordi sono assolutamente la strada da percorrere.

Anche le progressioni di accordi semplici e ripetitive hanno il potere di trasmettere una gamma complessa di emozioni e idee musicali.

Ma se sei nuovo nella scrittura, o semplicemente non hai una solida base di teoria musicale, capire come funzionano le progressioni di accordi può diventare complicato.

Non ti preoccupare! Questo articolo è qui per aiutarti.

Numeri romani in musica

Poiché tutte le relazioni nota-nota nella musica sono permanenti, puoi usare simboli come una breve abbreviazione per capire come funzionano gli accordi nella tua musica.

I numeri romani sono i simboli più comunemente usati per descrivere come funzionano gli accordi all’interno delle chiavi. Le chiavi della musica sono insiemi di note costruite su patterns ripetuti (pensa a maggiori e minori.)

Ecco la buona notizia se non ti piacciono particolarmente i complicati concetti di teoria musicale: tutte le tonalità maggiori e minori della musica presentano la stessa sequenza di accordi ripetuta.

Memorizza anche solo due sequenze e avrai un modo semplice per capire le progressioni di accordi.

Memorizza anche solo due sequenze e avrai un modo semplice per capire le progressioni di accordi.

Accordi in chiave maggiore

Iniziamo con le chiavi maggiori. La sequenza di numeri romani per gli accordi sulle tonalità maggiori ha questo aspetto:

https://blog.landr.com/wp-content/uploads/2018/01/Chord-Progressions-Major-Chord-Progression-Chart-1.jpg

Come puoi vedere dal grafico a portata di mano, se usassimo C (Do) maggiore come esempio, la nostra semplice progressione sarebbe simile a questa:

C—Dm—Em—F—G—Am—Bdim

Questo esempio mostra gli accordi nella tonalità di C, ma questo gruppo di accordi si trova anche in tutte le altre chiavi maggiori.


I grandi numeri romani come I, IV e V rappresentano gli accordi maggiori. I più piccoli, come i, iv e v rappresentano accordi minori, e quello piccolo alla fine con il cerchio accanto ad esso rappresenta un accordo diminuito.

Accordi in chiave minore

La sequenza di numeri romani per accordi in chiavi minori assomiglia a questo:

https://blog.landr.com/wp-content/uploads/2018/01/Chord-Progressions-Minor-Chord-Progression-Chart-1.jpg

Usiamo un minore questa volta. La tua progressione di accordi in A (La) minore sarebbe simile a questa:

Am—Bdim—C—Dm—Em—F—G

La sequenza di accordi in tonalità minori ha gli stessi tipi di accordi delle maggiori ma in un ordine diverso.

Famose progressioni di accordi nella musica

Progressioni di accordi come il blues a 12 battute possono essere trovate dappertutto nella musica popolare.

Il blues a 12 battute è costruito sugli accordi I, IV e V, e tutti, dalle punk bands ai compositori jazz, hanno usato una qualche forma della suddetta progressione nella loro musica.

Ecco gli accordi nella tonalità di C maggiore:

https://blog.landr.com/wp-content/uploads/2018/01/Chord-Progressions-Keys_CMajor-12barBlues.gif

Ascolta la progressione di accordi in questa jam blues di 12 battute ed individua i cambiamenti negli accordi.

Poi c’è la progressione pop punk. Non lasciatevi ingannare dal nome, questa progressione va ben oltre il pop-punk ed emerge in molte canzoni famose.

Questa progressione di accordi è costruita sugli accordi I–V–vi–IV. Ecco come appaiono gli accordi nella tonalità di C maggiore:

https://blog.landr.com/wp-content/uploads/2018/01/Chord-Progressions-Keys_CMajor-1-5-6-4.gif

Puoi trovarla in “Let It Be” dei Beatles, “When I Come Around” dei Green Day e innumerevoli altri successi.

Come usare le progressioni di accordi nelle tue canzoni: Per iniziare

A seconda del tipo di musica che fai, le tue progressioni di accordi possono variare da semplici, ripetitive e prevedibili a complesse e anche un po’ imprevedibili.

Non è super comune, ma ci sono un sacco di canzoni là fuori costruite su solo due accordi ripetuti. Se sei un novello scrittore, ti consiglio di iniziare con la strada semplice costruendo una progressione di accordi con solo due o tre accordi.

Dare a te stesso il tempo e la libertà di esplorare mettendo insieme gli accordi è l’unico modo per scrivere qualcosa che funzioni. Usa i grafici qui sopra per suonare alcune progressioni di base, quindi inizia a crearne una basandoti su ciò che suona bene. Non ci sono regole reali per le progressioni, alla fine è il tuo orecchio che decide.

La teoria è ottima per spiegare come funziona la musica, ma nulla può sostituire l’incredibile intuizione musicale del tuo orecchio.

Espandendo le tue progressioni

Questo articolo ti mostra come capire le progressioni di accordi che rimangono in una tonalità soltanto, ma la musica sarebbe terribilmente noiosa se i cantautori e i compositori usassero solo una chiave per canzone.

Una volta comprese le nozioni di base, prova a sperimentare da solo con le modifiche di tonalità e le variazioni degli accordi.

Le informazioni in questo post non sono un punto finale, lungi da me. Piuttosto sono un punto di partenza per il tuo songwriting… La direzione che prendi dopo dipende solo da te.

La teoria è ottima per spiegare come funziona la musica, ma nulla può sostituire l’incredibile intuizione musicale del tuo orecchio.

Quindi, non appena ti senti a tuo agio, prova ad accoppiare gli accordi con tonalità non collegate ed annota le combinazioni di accordi che ti piacciono di più: il tuo songwriting crescerà in pochissimo tempo.

Masterizzazione e distribuzione illimitate, 1.200 campioni esenti da royalty, oltre 30 plugin e altro ancora! Ottieni tutto ciò che LANDR ha da offrire con LANDR Studio.

Nicola Donà

Cantautore / Musicista / Produttore / Compositore / DJ. Nato e cresciuto in Italia. Risiede a New York. nicolaonda.com

@Nicola Donà

Non perdere mai un post dal blog LANDR

Ultimi post