LANDR BLOG

Creatore di BeatStrumenti musicali

Consigli di beat making: come fare un beat in 7 passaggi

How to make a beat from scratch

In questi giorni tutti stanno facendo beat e ha totalmente senso.

Puoi renderti attivo e funzionante in pochissimo tempo, tutto ciò che devi fare è scaricare una delle tante app per creare beat.

Smartphone e iPad sono particolarmente intuitivi per la creazione di beat, hanno quell’elemento tattile che si presta soprattutto alla creazione di percussioni.

Ma come fare beat che si distinguono dalla folla?

Scrivere casualmente qualcosa in un step sequencer non è detto che produca un buon risultato.

Ci vuole un po’ di conoscenza e molta pratica per imparare a creare musica che sia fresca ed autentica per i tuoi gusti ed estetica.

Ci vuole un po’ di conoscenza e molta pratica per creare qualcosa di fresco e autentico per i tuoi gusti ed estetica.

In questa guida, approfondiremo il lato della conoscenza della creazione di beat in modo da poterti impostare per dedicare in modo efficiente il tempo necessario per migliorare.

Come fare un beat in 7 passaggi:

  1. Scegli una DAW o una groove box
  2. Trova la tua tavolozza da produttore
  3. Apri la tua DAW
  4. Inizia la tua sessione
  5. È tempo di modificare!
  6. Rendilo dinamico
  7. Buttaci in mezzo dei campioni

 

Va bene, pronto per imparare? Partiamo!

1. Scegli una DAW o una groove box

Quando stai imparando a scrivere una canzone, la cosa più difficile è iniziare.

Imparare a fare beat è un ottimo modo per far fluire i tuoi succhi creativi. E più lo fai e meglio ci riesci.

Il primo passo è trovare una piattaforma dove produrre il tuo beat.

È probabile che finirai per utilizzare una DAW o una groovebox.

In questo post, sto usando Ableton Live per mostrarti le basi della creazione di beat, tuttavia qualsiasi DAW può essere usata in modo simile per produrre musica.

2. Trova la tua tavolozza da produttore

Fare beat è come dipingere. Prima ancora di toccare la tela devi pensare ai tuoi colori.

Prima di aprire la tua DAW, metti insieme una raccolta di suoni. Saranno i mattoni del tuo beat.

Prima di aprire la tua DAW, metti insieme una raccolta di suoni. Saranno i mattoni del tuo beat.

I suoni scelti aiuteranno a guidare il processo dall’inizio.

Esistono molti approcci per scegliere i tuoi suoni. Per questo articolo, mi concentrerò su due.

  • Pacchetti di campioni

I pacchetti di campioni sono fantastici se ti stai chiedendo come campionare senza essere citato in giudizio.

Ad esempio, in questo post utilizziamo campioni tratti da Beached, un sample pack disponibile per il download tramite LANDR Samples. Scaricalo e puoi seguirmi meglio anche tu!

  • Strumenti virtuali

Il secondo approccio consiste nell’utilizzare gli strumenti forniti con la DAW.

In particolare, per il beat making, utilizzerai un rack di batteria.

Il tuo rack di batteria contiene tutti gli elementi percussivi del tuo beat. Trascorrerai del tempo qui a cercare il rullante, la cassa, gli hi-hats, i clap e altro ancora.

Gli strumenti virtuali contengono campioni di alta qualità dei migliori e più iconici strumenti musicali. Non è necessario risparmiare fino a $4000 per una Roland TR-909.

Dovresti sempre aggiungere alla tua raccolta scaricando VST gratuiti ogni volta che li trovi. Chissà quando avrai bisogno di quel Frohmage.

3. Apri la tua DAW

È ora di iniziare a costruire! Avvia la tua DAW e andiamo.

Aspetta, c’è qualcosa che dovresti sapere prima! Ti farà risparmiare grossi mal di testa in futuro.

Rimani organizzato con i tuoi campioni sin dall’inizio.

Rimani organizzato con i tuoi campioni sin dall’inizio.

Se stai utilizzando pacchetti di campioni, inseriscili tutti nella stessa cartella. Dai un nome alla cartella che ti ricorderai, come per esempio “CAMPIONI [nome del tuo progetto]”.

Una volta creata la sessione Ableton, salvala subito. Metti la tua cartella di campioni nella cartella del progetto Ableton.

In questo modo non incontrerai mai il problema “Spiacenti, la DAW non riesce a trovare i tuoi file” (fidati di me, non è divertente).

Quando decidi di spostare la cartella del progetto Ableton, tutti i tuoi campioni saranno dove devono essere.

https://blog.landr.com/wp-content/uploads/2016/06/Stay_Organized.gif

Suggerimento: ho organizzato per mese le cartelle dei miei progetti Ableton, così tengo traccia della mia progressione. Ma questo è facoltativo, solo per gli organizzatori fuori di testa (come me)!

Ok, ora andiamo!

La prima cosa da sapere è che ci sono due tipi di tracce nella tua DAW: “MIDI” e “Audio”.

Se stai usando dei campioni, trascinali in una traccia audio. Le tracce audio sono anche per la registrazione di voci o uno strumento esterno.

Usa il MIDI quando crei beat utilizzando strumenti virtuali o VST nella tua DAW.

4. Avvia la tua sessione

Cominciamo a fare beat.

Ableton ha due viste: vista Sessione e vista Arrangiamento.

La vista “Session” è l’impostazione predefinita quando se ne apre una. Le tracce sono disposte verticalmente. Usala per trascinare i tuoi campioni ed iniziare a giocare con le idee.

Scegli un drum kit dalla barra laterale e caricalo nel rack di batteria.

Vado con il Kit-909 Classic. Trascinalo su una traccia MIDI. Fai clic sul primo slot per clip della traccia. Apri l’Editor delle note MIDI.Ora scriviamo il beat a partire dalla cassa. Parto con un con un four-on-the-floor con un colpo in più prima del terzo colpo.

Ecco come suona:

Aggiungi il rullante. Lo sto mettendo sullo stesso beat della cassa. Potrebbe suonare strano per ora, ma modificheremo i suoni tra un momento.

snareEcco come suona con il rullante:

Ora aggiungi un altro livello. Ho scelto il suono di rim per alcune variazioni percussive.

Può essere tutto quello che vuoi, come un high-hat, un campione della maniglia del tuo studio che si chiude o qualsiasi altra cosa che si adatti.

RimAscolta come suona con il rim:

Ora è tempo di alcuni tom. Ne ho lasciato cadere uno subito dopo il secondo colpo di cassa.

TomEcco il beat finora:

È tempo di smanettare!

Ok stiamo arrivando da qualche parte! Modifichiamo alcuni dei parametri per modellare i suoni.

Fai clic sulla barra del titolo della tua traccia di batteria. Il tuo dispositivo di batteria apparirà nella parte inferiore del tuo editor MIDI.

Gioca con i parametri di ciascun suono nella batteria. Sperimenta e trova il tuo stile personale.

Gioca con i parametri di ciascun suono nella batteria. Sperimenta e trova il tuo stile personale.

tweakHo lasciato la cassa così com’è.

Per il rullante ho tagliato molte frequenze alte usando la manopola high cut. Questo rende il rullante meno aggressivo.

Quindi ho abbassato la manopola “snappy”. Ho anche modificato la manopola tuning per ottenere una frequenza adatta al beat. Ecco le nuove impostazioni:

Il volume del rim doveva essere leggermente abbassato, così non è troppo in faccia.

Modifica sempre fino a quando non suona bene. Il più delle volte le impostazioni predefinite non suoneranno bene fino a quando non le cambi.

Il tom doveva essere abbassato di tono. Per regolare un suono su o giù, gioca con la manopola pitch fino a quando non suona bene.

Ho anche abbassato il decadimento e modificato la manopola tuning in modo simile a quello che ho fatto con la cassa.

Ecco come suona il mio ritmo ora:

6. Rendilo dinamico

Fare musica su una griglia può suonare un po’ robotico.

Eppure c’è un modo per rendere il tuo beat meno rigido ed espressivo nella tua DAW.

C’è un modo per rendere il tuo beat meno rigido e più espressivo nella tua DAW.

In Ableton il MIDI Note Editor ha una sezione in fondo chiamata MIDI Velocity Editor.

Gioca con la velocità per cambiare quanto veloce e con quanta pressione viene suonata una nota o un ritmo. Questo renderà il tuo beat più dinamico.

Nel mio beat, ho ridotto la velocità sul mio tom e sulla terza cassa. Sono più sottili perché arrivano più lentamente e con un tocco più morbido.

velocityAscolta i leggeri cambiamenti di velocità:

7. Buttaci in mezzo dei campioni

Ora hai una parte di batteria che va bene? Ottimo andiamo avanti. È ora di lanciare alcuni campioni!

Trascina e rilascia i tuoi campioni in una traccia audio nella vista sessione per ascoltarli.

Esistono molti modi per utilizzare i campioni nel tuo beat.

Molti produttori li taglieranno in colpi di dimensioni ridotte e li attiveranno con un controller midi per trovare il modo migliore di inserirli in una traccia.

Ogni DAW ha il suo modo intuitivo di tagliare i campioni. Su Ableton, utilizzerai gli strumenti Time Warp e Quantize per sincronizzare il campione al tuo ritmo.

In alternativa, è possibile utilizzare la vista “Arrangement” per inserire campioni nel bbeat.

La vista Arrangiamento è una vista orizzontale creata per comporre e finire la traccia. È ottima per far cadere facilmente un campione direttamente nella tua traccia.

Per aggiungere campioni tramite la vista arrangiamento, seleziona il beat dalla vista Sessione e copialo.

Passa alla vista Arrangiamento selezionando l’icona con barre orizzontali nell’angolo in alto a destra. Incollalo nella vista Arrangiamento in una traccia audio.

Questo potrebbe essere fonte di confusione, ma guarda la procedura dettagliata di seguito per vedere come l’ho fatto.

Suggerimento: seleziona la clip di batteria e premi Comando + D (Mac) o Control + D (PC) per duplicarla rapidamente.

Torna alla vista Sessione e copia il sample che desideri utilizzare. Incollalo nella vista Arrangiamento in una nuova traccia audio.

Disponi i campioni dove suonano meglio. Rendili più brevi. Spostali. Duplicali. Ascolta. Ripeti. Prova e riprova!

Ci sono alcuni errori comuni che accadono durante l’arrangiamento, quindi attenzione!

Fai variazioni del tuo loop di batteria. Vai ad una clip particolare e rimuovi o aggiungi alcune parti.

Fai variazioni del tuo loop di batteria. Vai ad una clip particolare e rimuovi o aggiungi alcune parti.

Ad esempio: ho deciso di eliminare il rullante nelle ultime 4 battute per creare una variazione.

Suggerimento: prendi l’angolo di una clip e trascinala. Duplicherà la clip come una clip più lunga. Ciò consente di rimuovere facilmente una parte senza doverlo fare su ogni clip.

Ecco come:

Ascolta il tuo beat in loop. Stai ancora muovendo la testa a tempo? Bene.

Ecco il beat finito (l’ho masterizzato):

Fai un beat ogni giorno per far fluire la tua creatività

Congratulazioni! Ora sai come fare beat!

Il vantaggio di una DAW è che puoi provare qualsiasi cosa copiando, incollando, eliminando e annullando (phew). Una volta che conosci le basi della creazione di beat, fai un beat al giorno per togliere la noia di torno.

Un buon beat è il fondamento di ogni canzone. Il genere e lo stile vanno in base alla tua immaginazione.

Inizia trovando suoni interessanti con cui lavorare. Rimani organizzato. Avvia la tua DAW e parti!

Se hai bisogno di ispirazione dai professionisti, guarda questo video di Four Tet che un beat matto in 10 minuti usando Ableton.

Stai ancora leggendo? Vai a fare un beat!