LANDR BLOG

Mix e masteringVideo

Mix vs. Mastering: le 5 differenze principali

Mix vs. Mastering: le 5 differenze principali

Molti produttori inesperti si chiedono la differenza tra mixaggio e mastering.

Non è sempre chiaro quale fase della produzione musicale abbia la maggiore influenza o come agiscano sul flusso di lavoro.

Il mixaggio ed il mastering sembrano correlati, ma ci sono alcune differenze chiave che devi capire per ottenere i migliori risultati da entrambi.

Sapere qual è la differenza tra mixaggio e mastering ti aiuterà a prendere le giuste decisioni durante il mix per ottenere il miglior master possibile.

Iniziamo.

Cosa significa mixare?

https://blog.landr.com/wp-content/uploads/2020/03/Mixing-vs-Mastering_Body-1-1.jpg

Il mixaggio è il processo di fusione e combinazione di tutte le tracce registrate in una sessione DAW.

Quando registri più tracce, queste si sommano sul tuo bus principale e si accumulano.

Se non controlli il bilanciamento della frequenza e la gamma dinamica di ogni singola traccia, i tuoi suoni si sovrapporranno e le tue orecchie non saranno in grado di isolarli.

Il mixaggio è il processo di fusione e combinazione di tutte le tracce registrate in una sessione DAW.

Gli ingegneri di mix usano strumenti come la compressione, l’EQualizzazione ed il riverbero per integrare i suoni ed assicurarsi che non lottino tra di loro.

Inoltre, scelgono attentamente il livello e la posizione panoramica di ciascuna traccia per creare l’equilibrio generale ed il senso di spazio nella traccia.

Che cos’è il mastering?

https://blog.landr.com/wp-content/uploads/2020/03/Mixing-vs-Mastering_Body-2-1.jpg

Il mastering è l’ultimo passo nel processo di produzione di una canzone. È il passaggio in cui il tuo mix finito si guarda allo specchio un’ultima volta e raggiunge lo status “pronto per uscire“.

Pensa al master come alla colla, la vernice e lo smalto che ottimizzano la qualità di riproduzione su tutti i dispositivi.

Gli ingegneri di mastering prendono il bounce stereo del tuo mix ed applicano ulteriori elaborazioni per renderlo pronto per qualsiasi posto in cui verrà suonato.

Tale processo include in genere strumenti come EQ, compressione, limitazione e miglioramento stereo.

Qual è la cosa che confonde il mixaggio con il mastering?

Tali definizioni potrebbero far sembrare simili il mixaggio e il mastering, e lo sono.

Gli ingegneri di mastering prendono il bounce stereo del tuo mix ed applicano ulteriori elaborazioni per renderlo pronto per qualsiasi posto in cui verrà suonato.

Alcuni degli strumenti e delle tecniche utilizzati in entrambi sono correlati. Il mastering viene eseguito utilizzando molti degli stessi tipi di elaborazione applicati nel mix.

Il mixaggio ed il mastering vengono entrambi eseguiti dagli ingegneri per aiutare a trasformare le tracce crude in una registrazione soddisfacente.

Le differenze possono sembrare sottili, ma sono importanti quando si tratta del ruolo che ogni passaggio svolge nel ciclo di vita di una canzone.

Quali sono le differenze tra mixaggio e mastering?

Con le somiglianze alle spalle, tuffiamoci in ciò che distingue il mastering dal mixaggio.

Ecco cinque motivi per cui il mixaggio ed il mastering dovrebbero essere considerati processi completamente separati:

1. Il mastering elabora un mix stereo

Quando stai mixando un brano hai accesso a tutte le tracce registrate singolarmente.

Ciò significa che sei libero di alzarle o abbassarle, cambiare la posizione della panoramica o persino rimuoverle completamente dal mix.

Il mastering viene sempre e solo applicato ad un mix stereo finito.

Ciò significa che l’ingegnere di mastering non ha alcun controllo sul contenuto del mix. Può influenzare solo l’intera traccia stereo.

Questo è uno dei motivi per cui il mastering dei processori in genere crea modifiche molto più trasparenti al suono.

Il mastering viene sempre e solo applicato ad un mix stereo finito.

2. Il mastering per lo più apporta sottili cambiamenti

Durante il mix, non è insolito apportare modifiche significative ad un suono affinché si adatti agli altri elementi.

A volte potresti tagliare le frequenze basse nella maggior parte dei bassi di un suono per fare spazio in modo da poter mixare la tua cassa ed il basso.

O forse applichi una compressione intensa per un elegante effetto schiacciante.

Con il mastering l’approccio è esattamente l’opposto. Compressione ed EQ sono ancora utilizzati, ma gli ingegneri di mastering non apportano quasi mai ampie e radicali modifiche al suono.

Piuttosto, la prima regola del mastering è “non fare del male”. Qualsiasi modifica al bilanciamento della frequenza o alla dinamica della canzone sarà trasparente.

Ciò significa che a volte potresti anche non notare una grande differenza nel tono di base della tua traccia dopo il mastering, ma questo è un segno che hai fatto un buon lavoro nel mixare la tua canzone!

3. Il mastering utilizza strumenti specializzati

I plugin o i processori hardware utilizzati nel mastering hanno categorie familiari come EQ e compressione, ma sono piuttosto diversi dalle tipologie con cui si mixa nella DAW.

EQ e compressori per mastering sono progettati per garantire prestazioni e trasparenza ultra elevate.

Pensaci. Se stai influenzando ogni singolo suono del tuo mix con un equalizzatore, è meglio che faccia il suo lavoro nel miglior modo possibile!

Gli strumenti fisici per il mastering sono tra le attrezzature più costose che puoi immaginare. In alcuni casi un singolo canale stereo può costare ben oltre $10000!

E questo prima ancora di considerare il trattamento acustico ed i monitor da studio di fascia alta.

Ingegneri esperti ti diranno che l’ambiente in cui registri e mixi è importante tanto quanto le attrezzature che usi, se non di più.

Questo vale doppio per il mastering. Gli studi di masterizzazione spendono enormi quantità di denaro per assicurarsi che il loro ambiente di ascolto sia il più neutro possibile.

4. Il mastering si concentra su coerenza e presentazione

I principali cambiamenti che si verificano nel mastering sono quelli di rendere i suoni della tua canzone più coerenti tra i diversi sistemi di riproduzione ed assicurarti che si adattino alle altre tracce in una libreria commerciale.

Il pubblico ascolta la musica in ambienti diversissimi tra di loro.

Il pubblico ascolta la musica in ambienti diversissimi tra di loro.

La tua canzone deve suonare bene come nel tuo studio di casa ovunque i tuoi fan la sentano.

Ciò significa che deve essere ottimizzata per la riproduzione su qualsiasi cosa, da un paio di auricolari ad un enorme sistema audio da club.

È più difficile di quanto sembri raggiungere quell’equilibrio, ma è qui che entra in gioco il mastering.

Uno dei compiti più importanti nel mastering è quello di creare un avvincente equilibrio di frequenze in cui nulla sia sbilanciato, indipendentemente dal dispositivo di riproduzione da cui stai ascoltando.

Ci vuole un buon orecchio e molta esperienza per farlo nel modo giusto.

5. Il mastering fornisce standard tecnici

Tutta la musica che consumi su una piattaforma come Spotify o Apple Music deve soddisfare rigorosi standard tecnici.

Volume e gamma dinamica sono tra gli obiettivi più importanti.

Controllare il volume sembra semplice: significa solo quanto forte qualcosa sta suonando, giusto? Sfortunatamente, quando hai a che fare con segnali audio, non è molto semplice.

Il modo in cui sperimentiamo il volume dipende tanto dalla nostra percezione e cognizione quanto dall’intensità delle onde sonore nell’aria.

Ad esempio, i suoni possono sembrare più forti o più silenziosi a seconda della loro frequenza.

Ecco perché l’industria audio ha sviluppato una manciata di standard di misurazione per garantire che gli ingegneri di mastering puntino tutti allo stesso obiettivo.

Questi standard sono difficili da comprendere e richiedono plugin speciali per una misurazione efficace.

Gli ingegneri di mastering li usano per creare l’equilibrio ideale tra gamma dinamica, headroom e volume percepito.

Tenere presente tutto ciò, mentre si sta ancora elaborando la traccia in modo musicale, sembra una montagna da scalare!

Ecco perché l’uso dell’I.A. per masterizzare la tua musica può eliminare tante difficoltà.

LANDR è una soluzione istantanea per la creazione di tracce masterizzate senza il fastidio di misurazioni complicate o preset generici.

Spiegazione di mixaggio e mastering

Conoscere la differenza tra mixaggio e mastering è la chiave per capire come una canzone passa dall’idea originale alla pubblicazione finale.

Ora che hai capito la differenza tra queste due fasi nel ciclo di vita di una canzone, torna alla tua DAW e continua a lavorare sul tuo capolavoro.

LANDR

Various contributors from the LANDR team of music mentors.

@LANDR

Non perdere mai un post dal blog LANDR

Ultimi post