LANDR BLOG

Creatore di BeatMix e masteringRegistrazione

Come equalizzare cassa e basso per una fascia bassa migliore

Preview of youtube video

Tutti desideriamo sapere come mixare perfettamente cassa e basso. Vuoi ottenere quella fascia bassa solida e potente che salta fuori dagli altoparlanti, non è vero?

Fare in modo che la tua cassa ed il tuo basso suonino così, è difficile. Una brutta fascia bassa è uno dei segni più evidenti che una traccia è stata mixata da un ingegnere inesperto.

Ma con un po’ di intuizione, imparare a mixare bene cassa e basso è semplice.

In questo articolo, ti mostrerò alcuni dei modi migliori per EQualizzarli in modo da ottenere quella fascia bassa che stai cercando.

Prima di iniziare, le frequenze che abbiamo selezionato qui sono solo utili linee guida per esordire.
Non fare qualcosa solo perché qualcuno te l’ha detto, o perché “lo fai sempre”.
Usa le informazioni in questo articolo per aiutarti a trovare le impostazioni EQ che si adattano alle tue tracce uniche.

Ricorda: le tue orecchie sono il tuo primo punto di riferimento per ogni decisione di mixaggio.

Impara il tuo ambiente di ascolto

muddy listening environment

Non sottovalutare gli effetti del tuo ambiente di ascolto.

I monitors che scegli sono decisamente importanti. Ma anche con i migliori speakers del mondo, una brutta stanza può comunque rovinare un buon mix.

Potresti perfezionare il tuo mix in una stanza sonora improba, solo per renderti conto che è completamente sbagliato quando lo senti in un altro ambiente.

Potresti perfezionare il tuo mix in una stanza sonora improba, solo per renderti conto che è completamente sbagliato quando lo senti in un altro ambiente.

Ecco perché gli studi di registrazione e mixaggio spendono migliaia di euro per il trattamento acustico. Più la risposta della tua stanza è “piatta”, più è facile ottenere un mix che suoni bene su ogni sistema audio.

Ed è ancora più importante per la fascia bassa come la cassa ed il basso.

Come giudicare la fascia bassa

Quindi, cosa succede se non hai un ambiente acustico perfettamente adatto a mixare?

Non è la fine del mondo.

Cerca di capire cosa sta succedendo nel tuo spazio e sarai comunque in grado di ottenere il suono di fascia bassa che stai cercando.

Per giudicare accuratamente la fascia bassa in una stanza non trattata, dovresti:

  • Fai riferimenti di mix più spesso che puoi: referenziare tracce diverse in diversi ambienti ti aiuterà a farti un’idea dei punti deboli più evidenti della tua stanza.
  • Usa buone cuffie aperte per controllare le basse: se sai che la tua stanza è imperfetta, un buon paio di cuffie può fare molto per aiutarti a prendere decisioni di mixaggio.
  • Impara ad identificare le gamme di frequenza: se hai una buona idea di quali frequenze sono le più problematiche, presterai più attenzione quando eseguirai l’EQ.

Con questo in mente, parliamo ora di EQ!

Come EQualizzare casse e bassi

Filtri passa-alto

Quando inizi a mixare con EQ, sembra che puoi aumentare la fascia bassa per ottenere quelle basse potenti che stai cercando.

In realtà, troppa energia di fascia bassa nel mix può rendere il suono della traccia più debole. Ecco perché:

Tutti i sistemi di speakers hanno un limite di quanto in basso possono andare. Se ci sono molte informazioni sonore su una frequenza inferiore a quella riproducibile dal tuo altoparlante, sarà difficile farle uscire – e lo speaker non riuscirà a riprodurlo.

Questo fa sì che i tuoi altoparlanti funzionino in modo inefficiente. Gli effetti dell’inefficienza si diffondono attraverso l’intero spettro e causano un sacco di problemi.

Per evitare questo devi essere in controllo delle tue basse.

Metti un EQ con visualizzazione display delle frequenze sulle tue tracce di cassa e basso. Se c’è molta attività sulle frequenze più basse, probabilmente il tuo mix sta soffrendo.

Quasi nessun sistema di altoparlanti può riprodurre suoni inferiori ai 20-30 Hz. Per eliminare questo sub-sub-basso, utilizza un filtro passa-alto ripido per lasciarlo fuori durante l’EQualizzazione.

Ecco un filtro passa-alto a 48 db/ottava a 30 Hz su una traccia di basso:

48 db/octave high-pass at 30 Hz

Chiudi gli occhi e sposta il filtro verso l’alto finché non inizi a sentire un impatto negativo sul suono.

Potrebbe sorprenderti quanti bassi sub puoi filtrare e lasciare fuori e comunque sentire un “low end” potente!

Chiudi gli occhi e sposta il filtro verso l’alto finché non inizi a sentire un impatto negativo sul suono. Potrebbe sorprenderti quanti bassi sub puoi filtrare e lasciare fuori e comunque sentire un “low end” potente!

Fare spazio

EQualizzare una traccia è come mettere insieme un puzzle. Devi spostare le cose per fare spazio.

Vuoi che la tua cassa spinga, quindi hai bisogno di creare spazio nel mix.

Lo stesso vale per il tuo basso. Se il tuo mix non ha spazio per questo, non avrai mai la fascia bassa che stai cercando.

Le tue tracce potrebbero suonare perfette da sole, ma insieme (o con il resto del mix) si perdono e suonano sporche.

Per far fronte a questo, dovrai scolpire con precisione.

Risolvi i problemi. Se il problema è la confusione, la congestione potrebbe essere nelle medio-basse: 200-500 Hz.

Tipicamente, vuoi lasciare una buona parte di questa gamma disponibile per i tuoi strumenti di fascia media.

Chitarre, certi toni di synth e persino voci ottengono molto del loro potere dalle basse medie.

Ciò significa che, a seconda di cosa stai iniziando, potresti dover ritagliare un po’ di quel raggio dalla tua cassa e/o dal tuo basso.

In questo esempio, sto tagliando dello sporco da 200 Hz su una grancassa:

Cutting low-mids at 200 Hz

Vuoi che i tuoi strumenti di fascia bassa prendano il comando totale delle basse frequenze. Questo perché le frequenze fondamentali dei tuoi elementi cassa/basso vanno davvero in basso…

L’energia a bassa frequenza negli strumenti di gamma media è meno essenziale e più probabile che costituisca materiale extra friabile che non contribuisce al suono complessivo.

Diminuisci questa gamma negli altri strumenti per dare alle tue casse e ai tuoi bassi lo spazio di cui hanno bisogno.

Non solo basso

Le basse sono il fondamento di grandi tracce di cassa e basso, ma non finisce qui.

Le casse ed i bassi “grandi” e “incisivi” spesso risaltano molto in altre gamme di frequenza.

Le casse ed i bassi “grandi” e “incisivi” spesso risaltano molto in altre gamme di frequenza.

Ad esempio, il “punto” di una cassa che dà il senso del suo attacco è spesso da qualche parte nella gamma media. Se non prendi in considerazione queste frequenze quando stai EQualizzando, la tua cassa non si sentirà mai presente nel mix.

Ho aggiunto 6 dB sui 2 kHz per dare più mordente:

2kHz boost

Allo stesso modo, molti bassi hanno bisogno di un’accentuazione della fascia alta per tirare fuori l’attacco e l’articolazione.

Sperimenta con l’EQ in intervalli diversi da quelli bassi per scoprire quali frequenze mettono a fuoco la tua ed il tuo basso.

La frutta, quando è matura, cade

EQualizzare cassa e basso è una delle parti più impegnative del mixare una traccia.

Con un piccolo aiuto ed accumulando esperienza puoi imparare come farlo nel modo giusto.

Prova questi suggerimenti di EQ sulla tua prossima traccia, potresti accorgerti che ti aiuta ad ottenere una fascia bassa più corposa ed in poche parole, migliore!

Unlimited mastering &amp; distribution, 1200 royalty-free samples, 30+ plugins and more! <a href="https://join.landr.com/landr-studio/?utm_campaign=acquisition_platform_en_us_studio-generic-new-blog-ad&amp;utm_medium=organic_post&amp;utm_source=blog&amp;utm_content=left-hand-generic-ad&amp;utm_term=general">Get everything LANDR has to offer with LANDR Studio.</a>

Unlimited mastering & distribution, 1200 royalty-free samples, 30+ plugins and more! Get everything LANDR has to offer with LANDR Studio.

Nicola Donà

Cantautore / Musicista / Produttore / Compositore / DJ. Nato e cresciuto in Italia. Risiede a New York. nicolaonda.com

@Nicola Donà

Non perdere mai un post dal blog LANDR

Ultimi post