LANDR BLOG

Mix e masteringStrumenti musicali

Come ottenere un enorme sub-bass senza attrezzatura di lusso

Come ottenere un enorme sub-bass senza attrezzatura di lusso

Modellare il tuo suono con oltre 30 synth, strumenti, effetti e plugin di utilità da leader del settore come Arturia, UJAM e altri. Prova i plugin LANDR.

Vuoi imparare come far scuotere tutto il club con le tue tracce?

Incontra il tuo nuovo migliore amico: il sub-bass.

È ovunque in musica, che si tratti dell’attore principale (come nel dubstep o reggae) o di un ruolo secondario in una canzone.

Comprendere i bassi sub è fondamentale per creare linee di basso profonde e sconvolgenti o per integrare altri strumenti con ricchezza di fascia bassa. Il sub-basso ti darà una solida base su cui costruire il tuo mix.

Il mixaggio dei sub-bassi è la parte difficile. Molti home studios non sono dotati di altoparlanti e sub che consentono di sentire completamente quelle frequenze.

Però, se sai cosa stai facendo, otterrai grandi risultati senza la necessità di un sub sofisticato.

Quindi, ecco esattamente ciò che devi sapere sul sub-bass, incluso come realizzarlo e come mixarlo per ottenere un mix dal suono massiccio.

Che cos’è il sub-bass?

Il sub-basso è una gamma di frequenze molto basse. Parte intorno alle 60Hz e scende alla frequenza più bassa che gli umani possono sentire, circa 20Hz.

Le frequenze dei bassi sub sono così basse che spesso le percepisci più di quanto le senti. Pensa alla sensazione di essere in un club dove puoi sentire il beat vibrare attraverso il tuo corpo.

Hai bisogno di subwoofer per udire davvero i sub bassi – la cultura del soundsystem sa bene di cosa sto parlando.

Ma un paio di cuffie davvero buone lo possono bastare!

Ecco alcuni esempi di come suonano i potenti sub-bass (mettiti le cuffie buone o usa altoparlanti adeguati; non riuscirai a percepirli dalle casse del computer):

Come creare sub-bass nella tua DAW

Ok, quindi i due modi migliori per usare il sub-bass sono:

  1. Come strato di supporto per la tua linea di basso principale. Il sub-bass suonerà le stesse note ma con una gamma molto più bassa (l’ottava di C2 sul piano roll e inferiore)
  2. Come la stessa linea di basso principale (come in alcuni esempi sopra)

In questo tutorial sui sub bassi imparerai come applicarli alla seconda opzione. Ti mostrerò come realizzare un’enorme linea di basso centrale usando tutti i bassi sub.

Sto usando Ableton Live ma questo vale per qualsiasi DAW.

1. Crea una traccia MIDI separata

insert-new

2. Trascina il tuo synth o synth VST preferito su quella traccia.

Ho usato “Analogico” di Ableton.

drag-analog

3. Tieni un solo oscillatore (Osc1))

osc1

4. Imposta la forma d’onda su “seno”

sine-wave

5. Disegna un pattern MIDI nelle ottave molto basse sul piano roll (sotto C3)

midi-pattern

La mia linea di basso suona ora in questo modo (4 battute in loop):

Con la mia traccia di batteria, suona così:

Ecco come appare il mio pattern di batteria (ho usato il kit batteria Kit-Core 707):

drum-pattern-midi

Cose da ricordare

I bassi sub non richiedono molta elaborazione (nessuna necessità di compressione o altro). Alle basse frequenze solo un tono sinusoidale puro generato con un synth è spesso il sub basso più potente.

sine

Prova un modello diverso che funziona con la tua traccia. Fai in modo che la frequenza principale (la frequenza che definisce il tuo suono o quella con la maggior parte di “energia”) del tuo sub basso sia compresa tra 40 e 60 Hz.

Fai colpire la tua cassa di circa un’ottava più alta, circa 120 Hz. In questo modo non interferirà troppo con il tuo basso. Inoltre la tua traccia non suonerà “boomy” o “fangosa” nel mix finale.

Non sai come scoprire la frequenza di un suono? Consulta la sezione “Usa un analizzatore di spettro” qui sotto.

No Sub No Problem: Mixare bassi sub senza subwoofer

Se non disponi di una corretta configurazione degli speaker, non preoccuparti.

Anche le cuffie funzionano alla grande. Sto parlando di cuffie di qualità over-the-ear.
Con gli auricolari non farai quasi nulla, anche se ho sentito gente mixare sorprendentemente bene pure con quelle…

cans_700

Ecco alcuni suggerimenti che ti aiuteranno a mixare il tuo sub-bass senza un subwoofer:

Utilizza un analizzatore di spettro

La maggior parte delle DAW sono dotate di un analizzatore di spettro (o di un equalizzatore che consente di visualizzare lo spettro di frequenza).

spectrum

In Ableton, trovalo in Effetti Audio: si chiama semplicemente Spettro. Trascinalo su qualsiasi traccia.

spectrum-2

Questo grafico indica quali frequenze (in Hz) sono presenti in un suono particolare. Osservandolo mentre riproduci il brano, identifica le frequenze principali cioè dove l’urto colpisce più in alto.

Fai un po’ di intaglio EQ

Altrove abbiamo parlato di come evitare di ottenere un suono fangoso. Ciò è particolarmente importante se stai lavorando con frequenze che potrebbero competere per lo spazio nel tuo mix (come il tuo sub basso e kick).

Utilizza le informazioni visualizzate dall’analizzatore di spettro durante l’equalizzazione. Taglia alcune delle basse degli strumenti che non ne hanno bisogno così tanto, come sintetizzatori e voce. Fai fuori anche alcune estremità molto basse delle tue batterie, in maniera selettiva.

Per l’esempio che ho mostrato prima, ecco come ho equalizzato la batteria:

drum-eq

E come ho equalizzato il sub-bass:

sub-eq

Usa una traccia di riferimento

Conosci una traccia con sub bassi perfettamente mixati? Usala come riferimento.

Crea una nuova traccia audio nella tua DAW e trascinala dentro. Controlla che la risoluzione del suono corrisponda alla tua sessione, generalmente a 24 bit e 44,1 kHz.

Usala come riferimento per il tuo mix: questo processo si chiama riferimento di mix.

È tutto attorno a quel (sub) bass

Il sub-bass è ciò che dà corpo ad una traccia, sia che si tratti della linea di basso principale o dello strato profondo di basso.

Il mixaggio dei sub-bassi è complicato. Ma ci riuscirai anche tu se seguirai questo tutorial e questi suggerimenti.

Usa buone cuffie. Usa il tuo analizzatore di spettro. Fai un po’ di intaglio EQ. Usa riferimenti di mix.

Dopodiché sarai pronto per far tremare un’intera stanza con il tuo sub-bass! Womp womp.

Modellare il tuo suono con oltre 30 synth, strumenti, effetti e plugin di utilità da leader del settore come Arturia, UJAM e altri. Prova i plugin LANDR.

Nicola Donà

Cantautore / Musicista / Produttore / Compositore / DJ. Nato e cresciuto in Italia. Risiede a New York. nicolaonda.com

@Nicola Donà

Non perdere mai un post dal blog LANDR

Ultimi post