LANDR BLOG

Teoria musicale

Glossario musicale: 50 termini musicali oscuri da conoscere

Glossario musicale: 50 termini musicali oscuri da conoscere

Ci sono molti termini che fluttuano nel mondo della musica.

Sapere cosa significano è utile per capire cosa sta succedendo in una composizione musicale.

Ma soprattutto, capire questi termini in musica può aiutarti a comunicare meglio come dovrebbe suonare la tua musica con altri collaboratori.

Per aiutarti ad aggiornare la tua pratica, abbiamo compilato questa lista delle 50 definizioni musicali in circolazione che creano più confusione ed imbarazzo.

Ecco 50 termini musicali che devi assolutamente conoscere.

1. Accento

Un accento è quando una nota o frase specifica viene enfatizzata con un aumento di intensità rispetto ad altre note non accentate.

2. Adagio

Adagio, come tanti altri termini che vedremo è preso dall’italiano. In musica, significa che un brano deve essere riprodotto con un tempo o una velocità più lenti.

3. Allegro

In musica, significa che la musica stessa dovrebbe essere suonata con un ritmo più ottimistico e brillante.

4. Alto

Alto è una gamma di tonalità normalmente assegnata ad un cantante in un coro. La gamma dei toni nell’alto è inferiore al soprano ma superiore alla gamma del tenore.

5. Andante

Andante è usato per descrivere un tempo moderatamente lento. Suggerisce un ritmo appunto ambulante in un brano musicale.

6. Arpeggio

Un arpeggio è quando un accordo di note viene rotto e suonato in sequenza. Ad esempio, un arpeggio in Do maggiore (C major) verrebbe riprodotto in C-E-G-C.

7. Battuta

In musica, una battuta è una sottosezione di tempo definita da un’indicazione di tempo. Ad esempio, un’indicazione di tempo in 4/4 assegna quattro note da un quarto a ciascuna battuta.

8. Bemolle

In musica, bemolle si riferisce alla qualità tonale relativa di una nota. Una nota bemolle è un mezzo passo indietro in tonalità, rispetto alla stessa nota naturale.

9. Cadenza (1)

Una cadenza è una sequenza di accordi utilizzata per indicare la fine di una frase.

10. Cadenza (2)

Oppure una cadenza è un momento in un brano musicale in cui uno strumentista o un cantante ha l’opportunità di suonare un assolo liberamente e con licenza artistica per uscire da un tempo o un ritmo rigido.

11. Canone

I canoni nella musica sono quando una melodia viene suonata da uno strumento o un gruppo di strumenti, e quindi ripetuta un certo numero di battute in seguito da un altro strumento per sovrapporre la melodia iniziale.

12. Chiave

La chiave è un simbolo usato all’inizio di uno spartito per indicare i valori delle note sul rigo.

Ad esempio, una chiave di Sol (G) o chiave di violino simboleggia che un G si trova sulla seconda linea del rigo.

13. Cinquina

Simile a una tripletta, una cinquina (o pentapletta) è una notazione ritmica che indica ai musicisti di suonare cinque note nello spazio utilizzato da una nota da un quarto.

14. Coda

Una coda è un simbolo utilizzato negli spartiti per indicare dove inizia il passaggio finale di un brano. Un brano includerà un’istruzione “da coda” per comunicare all’orchestra quando procedere con il passaggio finale.

15. Crescendo

Un crescendo è un graduale aumento del volume dinamico durante una sezione di musica.

16. Da capo

Da capo è un’istruzione usata negli spartiti che dice alla band o all’orchestra di ricominciare il brano dall’inizio e ripartire da capo.

17. Dal segno

Dal segno è un’istruzione usata negli spartiti che dice alla band o all’orchestra di riprendere a suonare il pezzo da una sezione diversa del pezzo, solitamente indicata da un simbolo o un segno simile a una stella.

18. Diesis

Un diesis è un semitono in avanti nell’intonazione rispetto alla stessa nota naturale.

19. Diminuendo

L’opposto di un crescendo, un diminuendo è una diminuzione del volume dinamico durante una sezione della musica.

20. Fermata

Una fermata è un simbolo utilizzato negli spartiti per indicare che una nota deve essere tenuta più a lungo della sua durata standard. La lunghezza della nota può essere decisa dall’artista o dal direttore d’orchestra.

21. Forte

È un termine usato per descrivere una dinamica con più volume. Forte dovrebbe essere più alto di volume di mezzo forte ma meno di fortissimo.

Comprendere i termini della musica può aiutarti a comunicare meglio come dovrebbe suonare la tua musica con altri collaboratori.

22. Fortepiano

Fortepiano è un’istruzione dinamica che dice ad uno strumentista di suonare inizialmente una nota ad alto volume e poi rapidamente decadere in una dinamica sostenuta più tranquilla.

23. Giocoso

Giocoso in musica implica che il brano debba essere suonato in modo divertente e spensierato, molto spesso ad un ritmo più elevato.

24. Glissando

Un glissando istruisce gli strumentisti a scorrere in tonalità da nota a nota, invece di accentuare ogni nota.

25. Glockenspiel

Il glockenspiel è uno strumento a percussione inclinato con barre di metallo che vengono colpite da un martelletto duro.

26. Largo/Larghetto

Nel senso di grande. Nella musica orchestrale, si riferisce ad un ritmo ampio e che si muove lentamente.

27. Leggero

Negli spartiti leggero significa suonare alla leggera, di solito ad un ritmo più rapido e spensierato.

28. Legato

Nella musica legato significa collegare ogni nota dolcemente senza molta articolazione tra le note.

29. Motivo

Un motivo musicale si riferisce a una melodia specifica o una serie di note, e viene utilizzato in diversi punti e modi in un brano musicale o in una canzone.

30. Naturale

Le note naturali nella musica si riferiscono a una nota che non è né diesis né bemolle. In genere un simbolo di nota naturale viene utilizzato per dire al musicista che la nota è naturale nonostante l’armatura chiave.

31. Nonetto

Nella musica, un nonetto è un gruppo di nove musicisti.

32. Ostinato

Simile a un motivo, un ostinato è un modello ritmico che si ripete in tutto un brano musicale.

33. Pan

Il pan nella produzione audio si riferisce alla direzione stereo del segnale audio. Quando un segnale audio è completamente orientato (“panned”) a sinistra, proviene dal lato sinistro di uno speaker stereo.

34. Pianissimo

Pianissimo è un’istruzione dinamica nella musica che dice ai musicisti di suonare in modo molto dolce o più tranquillo. La gamma dinamica per un passaggio pianissimo dovrebbe essere meno di piano, ma più forte di pianississimo.

35. Pizzicato

Pizzicato istruisce le sezioni di archi a pizzicare i propri strumenti invece di suonare con l’archetto (o arco).

36. Un quarto di tono

Un quarto di tono è un intervallo musicale che rappresenta la metà del valore di un semitono e un quarto del valore di un tono intero.

37. Rapsodia

Una rapsodia è una composizione musicale a movimento unico che esplora più sezioni a flusso libero che non si relazionano necessariamente l’una con l’altra.

38. Ritardando

Ritardando è un’istruzione musicale che richiede ai musicisti di rallentare gradualmente nel tempo.

39. Rondo

Un rondò è un tipo di forma orchestrale o struttura della canzone. Di solito è composto da più sezioni ripetute.

40. Scherzo

Scherzo si riferisce a un breve brano musicale orchestrale.

41. Sforzando

Sforzando è un’istruzione dinamica che richiede ai musicisti di suonare una nota bruscamente e ad alto volume. L’enfasi posta su una nota sforzando è di solito più di un accento.

42. Soprano

Un soprano è una gamma di tonalità nel registro dei toni più alti; è più alta dell’alto.

43. Sostenuto

Negli spartiti, note sostenute o passaggi musicali sostenuti richiedono ai musicisti di suonare ogni nota oltre il suo valore normale.

44. Staccato

Staccato è l’opposto di sostenuto. Le note staccate sono suonate molto più brevemente dei loro valori normali.

45. Tempo

Il tempo è il ritmo o la velocità alla quale viene riprodotto un pezzo musicale. Di solito, il tempo definirà la lunghezza e la durata di una nota da un quarto.

46. Tenore

Il tenore si riferisce a una gamma di note tra alto e basso.

47. Tremolo

Il tremolo è un effetto che i musicisti possono applicare ad un suono sostenuto per creare un suono tremolante. Di solito, prende forma sotto forma di ripetizione della stessa nota molto rapidamente.

48. Trillo

Trillo è un’istruzione per sostenere una rapida alternanza tra due diverse tonalità.

49. Vibrato

Il vibrato è un effetto in cui l’intonazione di una nota viene leggermente spostata su e giù per creare un effetto vibrante.

50. Vivace

In genere questa istruzione suggerisce un tempo veloce, una dinamica più forte e una riproduzione brillante.

Masterizzazione e distribuzione illimitate, 1.200 campioni esenti da royalty, oltre 30 plugin e altro ancora! Ottieni tutto ciò che LANDR ha da offrire con LANDR Studio.

Nicola Donà

Cantautore / Musicista / Produttore / Compositore / DJ. Nato e cresciuto in Italia. Risiede a New York. nicolaonda.com

@Nicola Donà

Non perdere mai un post dal blog LANDR

Ultimi post