LANDR BLOG

Teoria musicale

Cosa sono le cadenze e come usarle nel tuo songwriting

Cosa sono le cadenze e come usarle nel tuo songwriting

Le cadenze sono alcuni dei gesti armonici più fondamentali nella musica.

Portano una sensazione di chiusura alle frasi musicali nello stesso modo in cui un punto termina una frase.

Ma capire le cadenze è difficile se non le hai mai viste prima.

In questo articolo esaminerò i diversi tipi di cadenze, come funzionano e come usarle nella tua musica.

Cos’è una cadenza in musica?

Le figure cadenziali sono generalmente utilizzate per separare frasi musicali distinte.

Una cadenza musicale è una figura melodica o armonica che dà ad una frase il senso di risoluzione o chiusura. Le cadenze in genere contengono un’azione armonica che conferma la tonalità di un brano musicale attraverso il movimento dall’armonia dominante a quella tonica. Esistono diverse categorie di cadenza musicale che funzionano in modo diverso e creano variazioni sulla risoluzione armonica.

Le cadenze svolgono un ruolo importante nella struttura della musica. Le figure cadenziali sono generalmente utilizzate per separare frasi musicali distinte.

Le strutture musicali tradizionali dipendono dalle cadenze per dare spunti agli ascoltatori riguardo la loro forma.

Queste convenzioni non sono più componenti essenziali della musica, ma c’è ancora molto da imparare su come scrivere bene se capisci le cadenze.

Tipi di cadenze

Esistono diversi tipi distinti di cadenze.

Ogni tipo di cadenza ha un effetto leggermente diverso per chiudere una frase.

Ogni tipo di cadenza ha un effetto leggermente diverso per chiudere una frase.

Ecco i principali tipi di cadenza:

1. Cadenza autentica

Una cadenza autentica è il movimento da V al I alla fine di una frase.

perfect authentic cadence

Una cadenza autentica perfetta (PAC) è una semplice cadenza dominante-tonica in cui entrambi gli accordi sono espressi in posizione di radice.

Questa è la figura cadenzale più forte e più semplice che offre la chiusura armonica e melodica più completa.

L’accordo V includerà spesso il settimo grado in una cadenza autentica per una risoluzione ancora più pronunciata.

2. Cadenza plagale

plagal cadence

La cadenza plagale è una figura cadenzale basata sul movimento dal IV al I. Le cadenze plagali risalgono alle prime forme di musica occidentale, ma divennero popolari negli arrangiamenti delle canzoni da chiesa del XIX secolo.

La loro funzione armonica è leggermente ambigua, ma la cadenza plagale è facilmente riconoscibile dalle frasi di chiusura di alcuni inni e canzoni gospel tradizionali.



3. Mezza cadenza

Una mezza cadenza è una frase musicale che si basa sull’armonia dominante invece di seguire la tonica.

Le figure a mezza cadenza vengono spesso utilizzate per punteggiare una pausa tra le frasi all’interno di una struttura armonica più ampia.

Una mezza cadenza può dare la sensazione di un armonico “colpo di scena”.

half cadence

Ci sono mezze cadenze in questa canzone di David Bowie che creano tensione sul V7.

4. Cadenza ingannevole

La cadenza ingannevole sovverte le tue aspettative per il movimento tonico dominante.

Iniziano proprio come le loro controparti autentiche, ma si allontanano dall’armonia tonica quando meno te lo aspetti.

Seguendo l’accordo dominante, la cadenza ingannevole può risolversi in diverse aree armoniche.

Il più comune è il VI, sebbene quasi tutti gli altri accordi possano creare la caratteristica sensazione “ingannevole”.

deceptive cadence

Quando la tua intuizione armonica viene falsata alla fine di una frase potresti sentire una cadenza ingannevole! Ascolta cosa succede dopo l’accordo dominante nel ritornello di questa classica melodia dei Beatles:



5. Sei-quarti cadenziale

Un’ultima cifra cadenziale degna di nota è la cosiddetta cadenza sei-quarti. Questa è un’autentica cadenza con una svolta.

Il “six-four” si riferisce ai simboli di basso figurato utilizzati per rappresentare l’inversione dell’accordo dominante.

È un po’ fuorviante poiché l’accordo invertito in questo caso è in realtà l’accordo tonico nella seconda inversione.

Tuttavia, poiché ciò significa che il 5° grado della scala è nella voce più bassa, sentiamo questo accordo come armonia dominante.

cadential six-four (6/4)

Questa funzione diventa evidente quando senti questo tipo di cadenza in azione. Il sei-quarti cadenziale è un suono familiare che prolunga l’armonia dominante prima della fine di una frase.

Il sei-quarti cadenziale è un suono familiare che prolunga l’armonia dominante prima della fine di una frase.

Potrei spiegarlo ulteriormente, ma è più facile sentire da soli l’effetto che crea. Il gancio vocale di questa classica canzone d’amore si basa sul potere dei sei-quarti cadenziali per prolungare l’armonia dominante.

Come usare le cadenze nel tuo songwriting

Queste definizioni sembrano tecniche, ma usare le cadenze nel tuo songwriting è abbastanza facile.

La chiave sta nel prestare attenzione a dove gli accordi dominanti cadono nelle tue progressioni di accordi.

Ascolta come si svolgono le tue frasi. Finiscono costruendo tensione sul V? Congratulazioni, hai una mezza cadenza!

Si muovono con sicurezza dalla radice V7 -Mi piace una classica traccia dei Beatles? È una cadenza autentica!

Man mano che acquisisci familiarità con il concetto, puoi iniziare a sperimentare altri tipi di cadenze.

Terminare una frase con I-IV-I può dare alla tua canzone un sapore gospel. Questa è una cadenza plagale in azione.

E sovvertire le aspettative dei tuoi ascoltatori è il modo migliore per tenerli impegnati. È qui che arrivano le cadenze ingannevoli!

Senso di chiusura

Le cadenze sono una parte importante del tuo vocabolario armonico.

Il senso di chiusura che forniscono è uno strumento importante per la costruzione di frasi musicali.

Usa questo articolo per iniziare con le cadenze e usale nel tuo songwriting.

Masterizzazione e distribuzione illimitate, 1.200 campioni esenti da royalty, oltre 30 plugin e altro ancora! Ottieni tutto ciò che LANDR ha da offrire con LANDR Studio.

Nicola Donà

Cantautore / Musicista / Produttore / Compositore / DJ. Nato e cresciuto in Italia. Risiede a New York. nicolaonda.com

@Nicola Donà

Non perdere mai un post dal blog LANDR

Ultimi post