LANDR BLOG

Teoria musicale

Le indicazioni di tempo: come sentire il ritmo

Le indicazioni di tempo: come sentire il ritmo

Una delle parti più importanti della teoria musicale è l’indicazione di tempo.

È la prima cosa che un musicista cerca su un brano prima di suonare una nota.

Tuttavia se hai appena iniziato, è facile confondersi.

Capire cosa significano i numeri dietro gli strani simboli dall’aspetto frazionario può essere difficile.

Ecco la regola numero uno: le indicazioni di tempo non sono affatto frazioni!

Ecco la regola numero uno: le indicazioni di tempo non sono affatto frazioni!

Ecco la regola numero uno: le indicazioni di tempo non sono affatto frazioni!
Per capire veramente le indicazioni del tempo ci sono alcuni concetti chiave che è importante conoscere.

In questa guida, inizieremo spiegando cosa significa ogni numero nell’indicazione di tempo e come funziona il tempo duplo semplice.

Una volta compreso come funzionano le indicazioni del tempo più comuni, esamineremo la teoria alla base del tempo composto e del tempo dispari.

Sapere come funzionano le indicazioni del tempo è estremamente importante per imparare il ritmo e scrivere musica migliore.

Immergiamoci!

Che cos’è un’indicazione di tempo?

L’indicazione del tempo è un simbolo a due numeri usato nella notazione musicale occidentale all’inizio e durante lo spartito. Il primo numero in alto rappresenta il numero di battute in ciascuna battuta musicale. Il secondo numero in basso rappresenta il valore in termini di note musicali che ogni battito riceve.

Per capire come funziona un’indicazione del tempo devi sapere cos’è una battuta o misura nella musica.

music measure

Devi anche sapere come viene notata la musica e come viene contato il ritmo nella musica occidentale.


Le battute vengono utilizzate per dividere le note in un modello leggibile che può essere sentito ritmicamente.

L’indicazione del tempo definisce cosa può essere contenuto in una battuta musicale e come viene conteggiato ogni battito.

L’indicazione del tempo definisce cosa può essere contenuto in una battuta musicale e come viene conteggiato ogni battito.

time signature infographic

Quando sei agli inizi, è meglio visualizzare ogni volta l’indicazione riempiendo le battute musicali con il numero esatto di note ogni volta che l’indicazione di tempo lo consente.

Tuttavia, ricorda che ogni indicazione di tempo può avere una combinazione quasi infinita di note all’interno di ogni battuta musicale.

Indicazioni di tempo semplici e comuni

Le prime indicazioni che incontrerai quando studi la teoria della musica sono indicazioni di tempo semplici.

Le indicazioni di tempo semplici seguono un impulso duplo uno o due, il che significa che le note sono sempre raggruppate.

4/4 time signature

Le tre segnature temporali semplici più comuni sono:

  • Tempo comune o tempo 4/4
  • Tempo tagliato o tempo 2/2
  • Tempo 3/4

Tempo comune

Il posto migliore per iniziare a conoscere le indicazioni del tempo è con l’indicazione più comune di tutti: il tempo 4/4.

È molto comune; a volte lo trovi rappresentato da una C invece dei numeri 4/4 dove di solito si trova l’indicazione del tempo negli spartiti.

Questa C rappresenta, hai indovinato, il tempo Comune.

Nel 4/4 (o comune) ci sono quattro battiti per ogni misura. Questi quattro battiti sono ciò a cui si riferiscono i quattro in cima all’indicazione del tempo.

I quattro in basso indicano che ciascuno dei quattro battiti viene contato in termini di note da un quarto.

note values in 4/4

Pertanto, nel 4/4, ogni battuta deve essere uguale ad un totale di quattro note da un quarto.

Ciò significa che potresti inserire solo due mezze note in una battuta in 4/4 o solo otto ottave note.

common time

Cos’è il tempo tagliato?

Il tempo tagliato o il tempo comune tagliato si riferisce ad una indicazione del tempo 2/2 ed è talvolta simboleggiato da una C con una barra attraverso di essa.

cut time

Segue essenzialmente la stessa sensazione di un 4/4 ma con un impulso di mezza nota.

Ricordi come una battuta in 4/4 può contenere solo due mezze note? Il tempo 2/2 è esattamente lo stesso, può contenere solo due mezze note.

Ma, i due in basso nel 2/2 dicono che le note sono valutate in termini di mezze note.

Pertanto, poiché i valori di note in 2/2 corrispondono alla metà del valore delle note in 4/4, due mezze note in 2/2 sono uguali in valore a due quarti in un 4/4.

Questa qualità a metà tempo nel 2/2 suggerisce un tempo molto più veloce anche se la notazione sulla pagina segue la stessa sensazione e aspetto di un 4/4.

Il tempo tagliato è più comunemente usato per pezzi più veloci perché dimezzano efficacemente i valori delle note.

Il tempo tagliato è più comunemente usato per pezzi più veloci perché dimezzano efficacemente i valori delle note.

Ciò significa che una nota sedicesima in 4/4 si traduce in un’ottava nota in 2/2.

Ad esempio, il seguente estratto è esattamente lo stesso in termini di tempo e sensazione. La notazione cambia solo a causa delle segnature di tempo opposte.

common time vs. cut time

La notazione per brani veloci in 4/4 richiede spesso un ampio uso di sedicesimi a doppia battuta e renderà una pagina di spartiti spesso molto complicata ed intimidatoria.

Il tempo tagliato consente di esprimere lo stesso tempo riducendo il numero di note a doppia barra utilizzate in una pagina.

Cos’è il tempo in 3/4?

Un debuttante con le indicazioni di tempo può avere difficoltà con il 3/4.

Segue un metro triplo che si avverte in conteggi uno-due-tre anziché uno-due, rendendolo leggermente più complesso ritmicamente.

3/4 time signature

Tuttavia, i principi dietro il 3/4 rimangono gli stessi. Viene ancora conteggiato nelle note da un quarto, ma ci sono solo tre quarti in una battuta.

Indicazioni di tempo composte

Il tempo composto è dove le cose iniziano a diventare un po’ più interessanti.

Nel tempo composto le note sono raggruppate in tre anziché nei gruppi di due che trovi in un tempo semplice.

Nel tempo composto le note sono raggruppate in tre anziché nei gruppi di due che trovi in un tempo semplice.

Ciò significa che ogni indicazione del tempo composta segue una sensazione basata su tre.

In generale, la maggior parte delle indicazioni di tempo composte hanno un 8 in basso, il che significa che le note vengono conteggiate in termini di ottava nota.

Le indicazioni di tempo composte più comuni sono:

  • Tempo 6/8
  • Tempo 9/8
  • Tempo 12/8
compound time signature infographic

Il tempo 6/8 viene conteggiato in termini di sei ottave note e sono raggruppati in due gruppi di tre.

Un 9/8 ha una durata di nove note ottave per ogni battuta e sono raggruppate in tre gruppi di tre.

In un 12/8 ogni battuta ha una durata di dodici ottave note e si raggruppano in quattro gruppi di tre.

Indicazioni di tempo dispari

Le indicazioni di tempo dispari possono essere un po’ più complicate, ma una volta che sai come funzionano il tempo semplice e il tempo composto diventa molto più facile.

Hai anche bisogno di una forte comprensione di come ci si sente a suonare ritmi dupli e tripli e come funzionano gli impulsi forti e deboli.

Questo perché le indicazioni dei tempi dispari saltano liberamente tra il metro duplo e triplo.

Questo perché le indicazioni dei tempi dispari saltano liberamente tra il metro duplo e triplo.

Le indicazioni dei tempi dispari saltano liberamente tra il metro duplo e triplo.

Le indicazioni di tempo in 9/8 sono un ottimo esempio di tempo dispari

Mi piace l’esempio di 9/8 quando si discute del tempo dispari.

Sì, il 9/8 può essere inteso come tempo composto, ma solo se si raggruppano le nove ottave note in tre.

E se raggruppassi le ottave note in tre gruppi di due e un gruppo di tre?

Ciò equivarrebbe comunque a nove ottave note e obbedirebbe alle regole specificate dall’indicazione del 9/8, giusto? Proprio così.

Per il tempo 9/8, il modo in cui una battuta è raggruppata determina se è dispari o composto.

Quindi, se si raggruppano le ottave note in due e tre (anziché solo tre), si ottiene quella sensazione distintiva di tempo strano e dispari.

Puoi udire questo esempio nel famoso brano jazz di Dave Brubeck, Blue Rondo a la Turk.

odd time signature in 9/8

Le indicazioni dei tempi dispari sono combinazioni di due e tre

Ora che hai capito come il tempo 9/8 può essere diviso in diversi gruppi, puoi applicarlo a qualsiasi indicazione del tempo dispari che incontri.

Non farti intimidire se vedi una indicazione di tempo 13/8 o 11/4 sullo spartito.

Non c’è indicazione del tempo che non può essere raggruppata in due e tre.

Non c’è indicazione del tempo che non può essere raggruppata in due e tre.

odd time signature groupings

Cerca come sono divise le note e non dovresti avere problemi a sentire il ritmo.

Naturalmente, prendersi un secondo per mettere giù lo strumento e semplicemente battere il ritmo è sempre un ottimo strumento per ottenere la sensazione giusta.

Senti il ritmo

Le indicazioni di tempo sono ottime per esprimere concetti musicali e ritmici.

Imparare un concetto teorico è utile per sapere come comunicare idee musicali su carta e capire come funzionano determinati concetti.

Ma come artisti, musicisti e creatori la parte più importante è essere liberi di creare ciò che vogliamo ascoltare.

È altrettanto importante praticare la nostra sensazione ritmica suonando con gli altri, esercitandosi su un metronomo e ascoltando musica stimolante.

Non lasciare che i vincoli dello spartito ti trattengano, ma usa le indicazioni del tempo come metodo per aprire nuove porte alla musica che scrivi.

Masterizzazione e distribuzione illimitate, 1.200 campioni esenti da royalty, oltre 30 plugin e altro ancora! Ottieni tutto ciò che LANDR ha da offrire con LANDR Studio.

Nicola Donà

Cantautore / Musicista / Produttore / Compositore / DJ. Nato e cresciuto in Italia. Risiede a New York. nicolaonda.com

@Nicola Donà

Non perdere mai un post dal blog LANDR

Ultimi post