LANDR BLOG

Promozione musicale

Cosa Fare E Non Fare Quando Si Lavora Gratis: La Guida Del Musicista

Cosa Fare E Non Fare Quando Si Lavora Gratis: La Guida Del Musicista

Suggerimenti per fare della musica una carriera a tempo pieno.

Fare soldi con i tuoi lavori musicali non è facile. Pochi creatori sono in grado di guadagnarsi da vivere esclusivamente con la propria musica.

In effetti, musicisti incredibili e di talento spesso devono avere più di un lavoro oltre ai concerti, anche solo per essere in grado di permettersi strumenti e tutte le altre spese che arrivano con la creazione.

E anche se vieni pagato per la tua musica, non sempre vieni pagato in denaro…
Quando inizi, che tu sia in una band, solo, oppure un DJ, ci sono momenti in cui un promoter, un conduttore radiofonico o un collettivo ti avvicinano per suonare o creare per loro senza un budget inteso come denaro.

Se stai cercando di gestirti da solo per altri settori della tua carriera come la distribuzione digitale e l’auto-promozione, raggiungere i fans giusti è uno dei maggiori ostacoli. Ci sono un sacco di concerti in giro dove ha un senso venire “pagato in esposizione”. Ogni opportunità può essere un elemento fondamentale per rendere redditizia la tua musica in futuro. Devi solo scegliere quelle giuste…

Quindi, come decidi se e quando valga la pena di lavorare gratis e ottenere visibilità che potrebbe portare a concerti in futuro?

Queste Cose Da Fare E Non Per Essere Pagato Per Il Tuo Lavoro ti forniranno le linee guida che ti servono per fare in modo che ogni concerto che suoni non sia una perdita di tempo.

Fare: Ricerca chi ci guadagna da un concerto

Diciamo subito una cosa: ci sono molti concerti che non dovresti suonare se non verrai pagato in denaro.

Questi possono includere festivals, clubs, bars o qualsiasi altro luogo che tragga profitti significativi dal tuo lavoro. Ci sono eccezioni, come raccolte di fondi per mantenere uno spazio aperto, o spettacoli che supportano una buona causa.

Cerca sempre un risarcimento adeguato all’inizio e usa il tuo giudizio. Se non ottieni quello che sembra giusto, non farlo. Non c’è esposizione che valga se stai suonando un tutto esaurito a $30 a biglietto in cui bevande vengono vendute tutta la notte.

Se non ottieni quello che ti sembra giusto, cerca altri concerti.

Inizia sempre chiedendoti “Cosa riceverò in cambio del mio lavoro?” La risposta è di solito l’esposizione. E nella maggior parte dei casi, esposizione significa un nuovo pubblico, il che significa potenziali nuovi fans e followers per la tua musica.

Tuttavia se ci sono soldi coinvolti ricorda che stai lavorando per un concerto e dovresti essere ricompensato di conseguenza.

Fare: Crea mixes per raggiungere segmenti diversi di pubblico

L’invio di mixes è un ottimo modo per ottenere visibilità e raggiungere un pubblico più ampio. Molte riviste, pubblicazioni, marchi e collettivi online pubblicano mixes settimanali o mensili di vari artisti.

Anche se probabilmente non vieni pagato per fare il mix, ti stai pubblicizzando come artista gratuitamente, in modo che anche tu ne possa trarre profitto.

https://blog.landr.com/wp-content/uploads/2017/11/getting-paid-as-a-musician-inpost-1-v2.png

Inoltre, se i fans di altri artisti inclusi nel mix ascoltano la tua musica, possono potenzialmente diventare tuoi fans. Stai raggiungendo più segmenti di pubblico con un semplice lavoretto. I mixes di solito vengono condivisi da tutti i soggetti coinvolti, quindi è un ottimo modo organico per aumentare il tuo bacino d’utenza con l’aiuto di altri artisti.

Prima di accettare di fare un mix gratis, è sempre bene fare delle ricerche su chi sta chiedendo.

  • Il collettivo / sito web / la rivista hanno un grande seguito?
  • Alcuni dei tuoi artisti preferiti li seguono?
  • Il pubblico si adatta al tuo suono?

Always do your research before agreeing to the gigFai sempre le tue ricerche prima di accettare la commissione.

Fare: Interviste alla radio

Proprio come i mixes, fare interviste o spettacoli alla radio è un ottimo modo per ottenere visibilità. Se si tratta di un’operazione più piccola come l’università o la stazione online, gli hosts sono probabilmente volontari e non hanno un budget per pagarti. Fare un’intervista è un ottimo modo per parlare di te e del tuo lavoro di artista e ottenere un po’ di airplay.

Impara a conoscere alcuni degli spettacoli nella tua comunità. Gli slots radiofonici sono spesso ospitati da altri musicisti, quindi saranno comprensivi ed aperti con te che ti stai barcamenando per ricevere un po’ di stampa in cambio.

https://blog.landr.com/wp-content/uploads/2017/11/getting-paid-as-a-musician-inpost-2-v2.png

Gli spettacoli radiofonici sono di solito archiviati digitalmente. Quindi, anche dopo lo show, hai ancora una registrazione che puoi condividere tramite i tuoi canali sociali, la newsletter o la cartella stampa della tua band.

Se stai considerando uno show radiofonico, chiediti sempre: Il gioco vale la candela? Quali sono i vantaggi ed i benefici?
1 ora di lavoro per ottenere una risorsa preziosa per la tua cartella stampa o per linkare il tuo prossimo concerto potrebbe avere un sacco di senso… Ma se gli spettacoli non vengono registrati, forse non ne vale la pena. Quindi stai attento!

Non fare: Aver paura di intercambiare la promozione

Come dicono gli anglofoni “sharing is caring”; come artisti indipendenti siamo tutti sulla stessa barca. Fare un mix per uno show radiofonico o collettivo di amici e farti restituire il favore è una grande opportunità per entrambi di raggiungere un pubblico più ampio ed aiutarsi a vicenda.

Funziona molto bene se vivi in città diverse. Uno scambio musicale attraverso i confini o le città è un ottimo modo per spingere il tuo suono in nuove zone e nuove potenziali basi di fans. Potresti non essere pagato in contanti. Ma il nuovo pubblico che puoi ottenere potrebbe valerne la pena.

https://blog.landr.com/wp-content/uploads/2017/11/getting-paid-as-a-musician-inpost-3-v2.png

Uno scambio musicale attraverso i confini o le città è un ottimo modo per spingere il tuo suono in nuove zone e nuove potenziali basi di fans.

Questo può anche essere applicato alla distribuzione di musica. Se entrambi state gestendo un’etichetta o distribuendo musica allo stesso tempo, perché non promuoversi reciprocamente?

Il cross-promo è veloce, semplice ed efficace per raggiungere tutti i tipi di nuovi ascoltatori.

Fare: Dai le tue canzoni alle compilations

Un altro ottimo modo per far girare il tuo nome è dare canzoni alle compilations. È probabile che tu abbia un po’ di musica inedita nella tua DAW comunque!

Considera il pubblico che questa raccolta potrebbe raggiungere e chi altro farà parte della compilation.

Le compilations sono generalmente condivise da ogni artista incluso in esse. Il che significa che stai moltiplicando il tuo pubblico per il numero di artisti presenti sulla comp. Questa è una grande esposizione con un piccolo sforzo. Quindi contribuire ad una comp è una situazione in cui l’esposizione ha molto senso.

https://blog.landr.com/wp-content/uploads/2017/11/getting-paid-as-a-musician-inpost-4-v2.png

Fare: Fallo per una buona causa

Le compilations sono spesso vantaggiose per le etichette migliori che le usano per contribuire ad alleviare le spese (pubblicare musica non è economico!)

A volte sono create per aiutare a raccogliere fondi per un ente di beneficenza o una buona causa. Come questa Power Puerto Rico Compilation realizzata da due membri fondatori di LAGOM a Montreal. Il 100% del ricavato è devoluto in soccorso degli uragani a Porto Rico.

Quando è per una buona causa, l’esposizione fa un passo indietro per aiutare gli altri. Lavorare per il bene superiore attraverso la musica è una delle parti migliori di essere un creatore. Questo spiega quanto tutto ciò sia un importante “Fare!”

Suonare dal vivo? Vai Pro.

Suonare concerti dal vivo merita la sua sezione in questo articolo perché è un argomento importante con il proprio set di cose Da Fare e Da Non Fare.

La musica è il tuo lavoro, quindi trattala come tale. L’aspetto più importante della carriera musicale è non indebolire te stesso.

La tua musica non sarà mai una carriera se non la tratterai come una cosa sola. Avvicinati alla tua carriera musicale con professionalità. Altri nel settore ti prenderanno sul serio e ti tratteranno come un professionista.

La musica è il tuo lavoro, quindi trattala come tale.

Inizia con queste cose da Fare e Non Fare e coltiva una carriera che si faccia pagare il giusto.

Fare: Negozia il tuo garantito in anticipo

In generale, se stai suonando uno spettacolo dal vivo in un locale o in un festival, dovresti sempre essere pagato o risarcito con denaro in qualche modo.

Anche se i locali più piccoli o gli underground DIY non avranno sicuramente un budget elevato come una venue o un festival con un nome, il promotore dovrebbe offrirti qualcosa.

Negozia prima di accettare di suonare e assicurati di includere un garantito per iscritto (vedi più sotto).

Un buon promotore dovrebbe già avere un numero in mente riguardo il pagamento. Se non si tratta di un prezzo o di un garantito stabilito, dovrebbe almeno essere disposto ad offrirti una parte delle entrate (percentuale di vendite di biglietti o del costo del biglietto) o una parte delle vendite del bar. E, questo dovrebbe essere ovvio, i promotori dovrebbero pagare ogni artista sulla line-up prima di prendersi i loro soldi.

https://blog.landr.com/wp-content/uploads/2017/11/getting-paid-as-a-musician-inpost-5-v2.png

Non Fare: Saltare il contratto

Avere un contratto è una componente importante di qualsiasi accordo. I concerti non fanno eccezione.

È una buona idea stipulare un contratto-tipo che puoi inviare ai promotori quando stai elaborando una prenotazione.

Il contratto dovrebbe specificare la commissione che entrambi avete concordato a priori, i termini di pagamento e le eventuali costi postumi se i termini non vengono rispettati.

Avere un contratto è una componente importante di qualsiasi accordo. I concerti non fanno eccezione.

Non aver paura di chiedere un acconto in anticipo. Questo può sembrare scomodo all’inizio, specialmente se si tratta di un evento più piccolo o se conosci personalmente il promotore, ma può stabilire una certa fiducia tra te e il promotore e creare un’atmosfera di professionalità.

Fare: Assumi un agente di booking (eventualmente)

Le agenzie di concerti non sono per tutti. All’inizio è una spesa che potresti dover saltare.

Tuttavia quando inizi a suonare regolarmente, avere un agente può non solo mantenere un livello di professionalità, ma anche risparmiare un sacco di stress (non è mai divertente quando accetti accidentalmente due spettacoli in una sola serata!).

Gli agenti lavoreranno anche con il promotore per definire i dettagli del tuo accordo di pagamento, nonché eventuali sistemazioni o requisiti tecnici, che possono essere particolarmente utili quando inizi a fare dei tour o a suonare fuori città …

Fare: Copri le tue spese

Ecco un buon modo per capirlo: il promoter ti ha contattato per andare a suonare nella sua città? O lo hai contattato tu per chiedere di suonare? Nel primo caso, non aver paura di chiedere aiuto con le spese di viaggio e alloggio: dopo tutto, ti ha chiesto lui di andare a suonare!

Non aver paura di chiedere aiuto per le spese di viaggio e alloggio.

https://blog.landr.com/wp-content/uploads/2017/11/getting-paid-as-a-musician-inpost-6-v2.png

Suonare fuori città può essere costoso. Ecco un elenco di potenziali spese che tu o il tuo agente dovreste prendere in considerazione quando chiedete un garantito:

  • Viaggio (biglietti aerei, di treno o autobus, tariffe di noleggio auto / furgoni)
  • Alloggio
  • Trasporto da e al concerto all’interno della città stessa
  • Cibo

Non Fare: Aspettarti troppo (specialmente quando sei agli inizi)

Ricorda che non dovresti aspettarti tutto e subito. Un tour fuori città non significa che inizierai a richiedere suites imperiali ed una ciotola piena solo di M & M’s marroni.

Suonare in nuove città può essere un ottimo modo per creare connessioni ed una mossa intelligente per un successo a lungo termine, ma tieni presente che i promotori hanno spesso budget limitati con cui lavorare. Se hai chiesto loro di suonare, potrebbe non essere nei loro mezzi di coprire un volo per Berlino.

Tuttavia, se accettano di farti suonare, dovrebbero essere in grado di offrirti qualcosa, sia che si tratti di un garantito, di una percentuale delle vendite, o di qualche altra forma di compensazione su cui entrambi siete d’accordo.

Fatti furbo, fatti pagare

L’esposizione è un ingrediente chiave per far crescere la tua carriera musicale. Ma per sfruttare al meglio il tuo tempo e le tue risorse, devi cercare a fondo ed analizzare ogni concerto da tutte le angolazioni.

Utilizza questi suggerimenti ed il tuo giudizio per navigare nella nuova economia della musica e prendere le giuste decisioni al momento giusto che si adattano alla tua crescita.

Il piano adatto ti farà seguire la retta via. Quindi, lavora bene, lavora in modo intelligente e fai crescere il tuo pubblico nei modi giusti.

Masterizzazione e distribuzione illimitate, 1.200 campioni esenti da royalty, oltre 30 plugin e altro ancora! Ottieni tutto ciò che LANDR ha da offrire con LANDR Studio.

Nicola Donà

Cantautore / Musicista / Produttore / Compositore / DJ. Nato e cresciuto in Italia. Risiede a New York. nicolaonda.com

@Nicola Donà

Non perdere mai un post dal blog LANDR

Ultimi post