LANDR BLOG

IspirazioneTeoria musicale

Accordi di settima: come aggiungere ricchezza alle tue canzoni

Niente influenza le tue canzoni più degli accordi che scegli nelle tue progressioni.

Il modo in cui ogni tipo di accordo scorre nel successivo è la base per la sensazione madre di una canzone.

Eppure ricordare tutti gli accordi e come funzionano è difficile. Ci sono così tanti tipi diversi da tenere a mente.

In questo articolo esaminerò tutto ciò che devi sapere sugli accordi di settima, cosa sono e come usarli nella tua scrittura.

Iniziamo.

Cosa sono gli accordi di settima?

Gli accordi di settima sono accordi di quattro note costruiti sovrapponendo le terze sopra una nota fondamentale. Sono chiamati accordi di settima perché la nota più alta nel gruppetto è correlata alla fondamentale da un intervallo di settimo grado.

Gli accordi di settima sono essenziali nell’armonia funzionale per il ruolo che giocano nelle settime dominanti.

La settima dominante è il settimo accordo costruito sul quinto grado della scala.

La settima dominante è il settimo accordo costruito sul quinto grado della scala.

Questa relazione tra tonico e dominante fornisce il senso di tensione e rilascio in armonia funzionale.

Ma c’è molto di più negli accordi di settima rispetto al solo V7. Aggiungono un colore essenziale agli accordi di base e forniscono informazioni importanti sulla loro qualità.

Come costruire un accordo di settima.

Costruire un accordo di settima è semplice come aggiungere terze sopra una nota fondamentale.

In questo esempio costruirò un accordo di settima sulla tonica in Do maggiore.

Impilare due terze sul tonico ti dà una triade di base.

Valuta la relazione dell’intervallo di ciascuna nota impilata con la fondamentale per determinare la qualità dell’accordo.

I due intervalli in questo accordo sono una terza maggiore e una quinta perfetta, quindi questo accordo è una triade di Do maggiore. L’aggiunta della terza successiva in alto lo rende un accordo di settima.

Costruire un accordo di settima è semplice come aggiungere terze sopra una nota fondamentale.

Seguendo la formula della scala di Do maggiore, la nota che va in alto sarà un Si naturale.

La valutazione della relazione di questa nota con la tonica è diversa. È una settima maggiore: esattamente sette gradini di scala dalla radice.

Ciò rende questo accordo di quattro note un accordo di settima maggiore. L’accordo di Do maggiore settima ha un suono ricco e nostalgico con carattere extra rispetto alla settima.

Puoi usare accordi di settima maggiore al posto di un accordo maggiore ovunque tu voglia aggiungere il colore malinconico della settima.

Accordi di settima minore

La settima maggiore è il tipo più basilare di accordo di settima, ma ci sono altri accordi di settima, ognuno con il proprio colore unico.

In effetti, ogni qualità di accordo che puoi creare in una triade di base ha uno accordo di settima associato.

Prenderò in considerazione tutti gli accordi di settima, mostrerò come sono costruiti e per cosa puoi usarli.

Ogni qualità di accordo che puoi creare in una triade di base ha un accordo di settima associato.

Il tipo successivo nell’elenco è la settima minore.

Rimanendo nella scala di Do maggiore, costruirò un accordo di settima minore di secondo grado con Re come fondamentale.

Se conosci i tuoi accordi diatonici, sai che costruire una triade su questa nota seguendo la formula della scala di Do maggiore produrrà un accordo di Re minore.

Spiegherò il Re minore:

Aggiungendo la settima in alto mentre si segue ancora la formula della scala, la nota successiva sul pupazzo di neve è un Do naturale.

La valutazione della relazione di questa nota con la radice è ancora una volta diversa. In questo caso è un settima minore distante dal Re.

Gli intervalli di terza minore e settima minore rendono questo accordo un Re minore 7ima.

La terza minore conferisce all’accordo il suo caratteristico sapore “triste”, e la settima minore in cima aggiunge ricchezza, ma un colore leggermente diverso dalla settima maggiore.

La settima ammorbidisce leggermente l’oscurità della triade minore e aggiunge un soddisfacente senso di raffinatezza:

Gli accordi di settima minore possono anche essere usati al posto della triade minore in situazioni che richiedono un suono minore leggermente più brillante.

Accordi di settima dominante

Finora hai visto che cambiando la relazione dell’intervallo tra la fondamentale dell’accordo e la sua terza e settima cambia la qualità dell’accordo di settima che creerai.

Gli accordi di settima maggiore e minore sono essenziali, ma ci sono ancora più combinazioni che puoi creare mescolando e abbinando le qualità degli intervalli.

Il prossimo accordo di settima che esaminerò è uno dei più importanti per l’armonia funzionale, la settima dominante.

Nella tonalità di Do maggiore, costruisci un accordo di settima a partire dal quinto grado della scala e valuta ogni relazione di intervallo.

L’accordo di settima dominante ha una terza maggiore e una settima minore impilate in cima. Suona brillante, ma allo stesso tempo teso:

Questo è a causa della terza e settima della settima dominante. Se ascolti attentamente sentirai qualcosa di speciale su questi due toni.

La terza dell’accordo di settima dominante è il settimo grado della scala di Do maggiore originale. La settima a volte è chiamato “tono principale” perché vuole risolversi fino alla tonica.

La settima negli accordi di settima dominante è il quarto grado della scala di Do maggiore originale. Vuole risolversi in basso.

Puoi sentire quella tensione nella settima dominante mentre si risolve ordinatamente sulla tonica in una cadenza musicale.

La settima dominante è usata principalmente in questo ruolo, ma può assumere la funzione di accordo tonico anche nelle progressioni blues.

Accordi di settima semidiminuiti

I successivi due settimi accordi sono basati sulla triade diminuita.

Se hai bisogno di un aggiornamento su questa struttura di accordi di base, vai alla nostra guida sulla costruzione di accordi.

Ecco la versione rapida. Una triade diminuita è costruita con una terza minore e un tritono (quinta diminuita/quarta aumentata) sopra la radice.

Aggiungi una settima minore in cima e avrai un accordo di settima semidiminuito. È una sonorità tesa che non si sente spesso nella musica pop.

Molto spesso incontrerai la settima semidiminuita come accordo di settima costruito sul secondo grado della scala minore.

Molto spesso incontrerai la settima semidiminuita come accordo di settima costruito sul secondo grado della scala minore.

Ecco come appare nella tonalità di Do minore:

Appare frequentemente negli standard jazz che si basano sulla progressione ii-V-i in minore.

Puoi ascoltarlo in diversi punti nel classico standard minore “Autumn Leaves”.


Accordi di settima diminuiti

L’ultimo accordo diminuito che analizzerò è anche il più teso e drammatico.

È la settima diminuita.

Per costruirlo, prendi la triade diminuita di prima e aggiungi sopra una settima diminuita.

Ecco una settima diminuita costruita sul settimo grado della scala di Do maggiore:

Noterai che il settimo intervallo diminuito è un semitono inferiore ad una settima minore. Se sembra impossibile, non ti sbagli.

Una settima diminuita è alla stessa distanza dalla radice di una sesta maggiore. È un caso speciale che compare solo in determinate situazioni.

L’accordo di settima diminuita ha un suono molto teso che si sente leggermente a disagio se ascoltato da solo.

Ma nel contesto può fornire una sensazione estremamente forte di tensione e rilascio.

Settimo cielo

Gli accordi di settima sono un elemento fondamentale del vocabolario armonico di ogni musicista.

Sia che tu voglia aggiungere ricchezza alle tue triadi di base o creare una tensione drammatica con una settima diminuita, imparare questi accordi è assolutamente fondamentale.

Ora che sai come approcciarti alle basi, torna alla tua DAW e inizia a portare accordi di settima nelle tue tracce.

Masterizzazione e distribuzione illimitate, 1.200 campioni esenti da royalty, oltre 30 plugin e altro ancora! Ottieni tutto ciò che LANDR ha da offrire con LANDR Studio.

Nicola Donà

Cantautore / Musicista / Produttore / Compositore / DJ. Nato e cresciuto in Italia. Risiede a New York. nicolaonda.com

@Nicola Donà

Non perdere mai un post dal blog LANDR

Ultimi post