LANDR BLOG

Teoria musicaleVideo

Come leggere la musica: la guida illustrata

Imparare a leggere la musica è essenziale per tutti i musicisti. Leggere la musica apre molte nuove possibilità per la tua creatività.

Sia che tu voglia scrivere le tue idee, suonare spartiti o semplicemente capire cosa sta succedendo in una canzone, leggere la musica è il modo migliore per procedere.

Saper leggere gli spartiti è difficile, soprattutto per i principianti. La musica è una lingua e studiare la teoria musicale per leggere e scrivere può richiedere molta di pratica.

Eppure i concetti di base non sono difficili una volta capito come funzionano. Non appena afferri le basi, sei sulla buona strada per leggere bene la musica.

In questo articolo esaminerò tutto il necessario per imparare a leggere la musica.

Come leggere gli spartiti

Quando guardi per la prima volta un brano musicale, vedrai linee, spazi e diversi tipi di note e segni.

Analizzerò ogni elemento della notazione musicale e spiegherò come funziona.

Nomi delle note musicali: l’alfabeto musicale

 

Le note dell’alfabeto musicale sono A-B-C-D-E-F-G e corrispondono a La-Si-Do-Re-Mi-Fa-Sol. (Per comodità ci riferiremo alle note usando il sistema alfabetico usato in jazz e nel mondo anglosassone della musica moderna).

I nomi delle lettere delle note musicali identificano il loro tono. Ogni nota/lettera ha un posto specifico nel pentagramma musicale per farti sapere il nome della lettera.

Diamo un’occhiata più da vicino al pentagramma.

Linee e spazi del pentagramma

Il pentagramma musicale è composto da cinque linee e quattro spazi.

La posizione sulle linee e gli spazi indica il tono ed il nome della lettera di una nota sul rigo.

La posizione sulle linee e gli spazi indica il tono e il nome della lettera di una nota sul rigo.

Vedremo come identificare le note in un secondo, ma prima dovrai prestare attenzione al simbolo all’inizio del pentagramma.

Chiave di violino e chiave di basso

La marcatura del pentagramma all’inizio di ogni riga indica il registro dello strumento e come leggere le note.

La notazione per strumenti di basso è scritta in chiave di basso e la notazione per altri strumenti è comunemente scritta in chiave di violino.

https://blog.landr.com/wp-content/uploads/2019/10/How-to-read-music_diagrams__Treble-Bass-Clef.png

Ci sono anche altre chiavi (come la chiave di contralto per la viola!) ma sono usate molto meno spesso, quindi in questo articolo mi concentrerò di più su chiavi di basso e di violino.

Come trovare le note sul pentagramma

I nomi delle note sulle linee e gli spazi seguono un ordine prestabilito che puoi ricordare con una rima in inglese.

I nomi delle note sulle linee e gli spazi seguono un ordine prestabilito che puoi ricordare con una rima in inglese.

Ce ne sono due per la chiave di violino:

  • A partire dalla linea di fondo nella chiave di violino, la rima fa: Every Good Boy Deserves Fudge. (Mi-Sol-Si-Re-Fa)
  • Partendo dallo spazio in basso sulla chiave di violino, le note dicono FACE (Fa-La-Do-Mi).
note names treble clef

Lo schema è lo stesso per la chiave di basso, a partire da una nota diversa:

  • A partire dalla prima riga della chiave di basso, la rima fa: Good Boys Deserve Fudge Always (Sol-Si-Re-Fa-La)
  • A partire dal primo spazio della chiave di basso, la rima fa All Cows Eat Grass (La-Do-Mi-Sol)
note names bass clef

Le note sopra e sotto il rigo seguono lo stesso schema.

Linee addizionali

Le linee addizionali vengono aggiunte per annotare le tonalità sopra e sotto il rigo. Queste note seguono lo stesso ordine e lo stesso schema di denominazione delle note sul pentagramma.

Le linee addizionali vengono aggiunte per annotare le tonalità sopra e sotto il rigo.

Sono scritti con linee brevi che coprono solo l’arco della testa della nota stessa per aiutarti a vedere le linee e gli spazi.

Diesis e bemolli: alterazioni musicali

Le note sul pentagramma da sole non ti daranno tutte e dodici le note musicali.

Se hai osservato da vicino potresti aver capito che le note che hai visto finora non includono i tasti neri sulla tastiera.

Per scrivere le note tra i tasti bianchi è necessario modificare le note sul pentagramma con le alterazioni o accidenti musicali.

sharps and flats musical staff

Un diesis è scritto con il simbolo #. Ti dice di alzare la nota di un semitono più in alto.

Un bemolle è scritto con il simbolo ♭. Ti dice di abbassare la nota di un semitono più in basso.

Il simbolo naturale annulla un diesis o bemolle e riporta la nota al suo stato originale. È scritto con il simbolo ♮.

music accidentals sharp flat natural

Armature di chiave

L’armatura di chiave è la raccolta di diesis o bemolli all’inizio di una linea sullo spartito ed indica la chiave della canzone.

L’armatura di chiave è la raccolta di diesis o bemolli all’inizio di una linea sullo spartito ed indica la chiave della canzone.

A meno che la partitura non ti dica diversamente con degli accidenti, mantieni i diesis e i bemolli sulle linee e gli spazi scritti nell’armatura di chiave durante la canzone.

Per comprendere appieno le armature, devi dare un’occhiata alla circolo delle quinte. Tuttavia c’è un semplice suggerimento per leggere rapidamente le armature delle chiavi per sapere in quale chiave ti trovi.

Per le chiavi maggiori con un diesis: l’ultimo diesis nell’armatura è il tono principale della chiave.

Il tono principale è di 7° grado nella scala.
Conta un semitono dall’ultimo diesis per determinare la radice della chiave.

Per le chiavi maggiori con bemolli, il penultimo bemolle nell’armatura della chiave è il tonico della chiave, è semplice.

how to read key signatures

Indicazione di tempo

I passaggi musicali sono divisi in segmenti chiamati misure. Ogni misura contiene un determinato numero di battute.

L’indicatore del tempo mostra quante battute ci sono in una misura e quale valore della nota è uguale ad una battuta. È scritto all’inizio del pezzo con due numeri impilati uno sopra l’altro.

Il numero in alto indica il numero di battute in una misura e il numero in basso indica il valore della nota di una singola battuta.

L’indicatore del tempo mostra quante battute ci sono in una misura e quale valore della nota è uguale ad una battuta.

L’indicazione del tempo più comune è il 4/4. In un 4/4 ci sono quattro battute in una misura e la nota da un quarto è uguale a una battuta.

https://blog.landr.com/wp-content/uploads/2019/10/How-to-read-music_diagrams_Time-Signature.png

Sotto l’indicazione del tempo all’inizio della musica vedrai spesso un tempo che segna un intervallo di BPM o un termine italiano che descrive la sensazione del tempo.

Questo ti dice quanto lento o veloce suonare durante un’esibizione.

Come leggere il ritmo

Ogni nota ha un valore di ritmo che determina la sua durata in un brano musicale.

I ritmi sono scritti usando la forma dei cappelli, degli steli e delle bandiere tra le note collegate.

I ritmi sono scritti usando la forma dei cappelli, degli steli e delle bandiere tra le note collegate.



Ogni valore di ritmo è una frazione del tempo totale in una misura.

  • Un’intera nota dura l’intera battuta. Nel tempo comune (4/4) ciò significa che la sua durata è di quattro battute interi. È scritto usando una nota vuota senza gambo.
  • Una mezza nota dura metà della battuta o 2 battiti. È scritta usando una testa di nota vuota con un gambo attaccato.
  • Una nota da un quarto dura un quarto di battuta o 1 battuta. È scritta con una testa piena ed un gambo.
  • Un ottavo di nota dura mezza battuta. È scritto con una testa di nota piena e gambo con una bandiera. Quando diversi ottavi di note sono scritte insieme, sono collegate con una travetta.
  • Una sedicesima nota dura un quarto di battuta. È scritto con una testa di nota piena e stelo con due bandiere. Quando più sedici sono collegate insieme di usa una trave anche qui.
rhythmic value of notes and rests in common time

 

Sono possibili ulteriori divisioni, ma questi sono i principali valori delle note che vedrai mentre impari a leggere la musica.

Note e terzine punteggiate

Esistono più possibilità ritmiche che solo suddivisioni uguali della misura.

Un simbolo punto accanto ad una nota indica che la durata è estesa della metà del suo valore originale.

Un simbolo punto accanto ad una nota indica che la durata è estesa della metà del suo valore originale.

Sembra molto più complicato di quello che è. Diamo un’occhiata all’esempio comune di un quarto di nota punteggiata.

Nel 4/4 una nota da un quarto è una battuta completa. Il punto aggiunge un altro valore di nota da mezzo quarto alla sua durata totale.

Mezza nota da un quarto = un’ottava. Ciò significa che una nota da un quarto punteggiata vale un totale di 1,5 battute, semplice, no!

rhythmic value of dotted notes in common time

Suggerimento: una nota punteggiata è normalmente seguita dal valore della nota che “riempie” la divisione parziale mancante.

Ad esempio, una nota da un quarto punteggiata sarà spesso seguita da un’ottava nota.

Le terzine sono un altro caso speciale. Sono scritti con un simbolo “3” sopra la trave o tra parentesi sopra gli steli.

https://blog.landr.com/wp-content/uploads/2019/10/How-to-read-music_diagrams__Triplets.png

Le terzine sono un tipo di ritmo irregolare in cui tre note sono pensate per adattarsi allo spazio di una. Sembra complicato sulla carta, ma è facile sentirlo quando lo senti nel contesto.

Legami e pause

Finora abbiamo parlato solo di note e di quanto durano. Ma ciò che non suoni è altrettanto importante.

Le pause sono la notazione musicale per gli intervalli di silenzio tra le note. Hanno i loro valori ritmici per dirti quanto durano.

Le pause sono la notazione musicale per gli intervalli di silenzio tra le note.

La durata di una pausa è determinata dalla sua forma.

Ecco i tipi di pausa e la loro durata:

rhythmic values of notes and rests

L’ultimo elemento della notazione ritmica che tratterò sono i legami.

I legami sono linee curve che collegano insieme le note dello stesso tono. Ti dicono di tenere la nota per la durata di entrambi i valori combinati.

https://blog.landr.com/wp-content/uploads/2019/10/How-to-read-music_diagrams_Ties-and-Rests.png

Leggere tra le righe

Leggere la musica è come imparare una lingua completamente nuova. All’inizio è difficile, ma porta a seri sviluppi nelle tue capacità.

Usa questa guida per iniziare a leggere la musica e fai riferimento ad essa se ti senti bloccato.

Ora che sei partito bene, inizia a suonare, scrivere (leggere) i tuoi spartiti preferiti.

Masterizzazione e distribuzione illimitate, 1.200 campioni esenti da royalty, oltre 30 plugin e altro ancora! Ottieni tutto ciò che LANDR ha da offrire con LANDR Studio.

Nicola Donà

Cantautore / Musicista / Produttore / Compositore / DJ. Nato e cresciuto in Italia. Risiede a New York. nicolaonda.com

@Nicola Donà

Non perdere mai un post dal blog LANDR

Ultimi post